Bruxelles: progetto Erasmus+, delegazione giornalisti in visita alla sede della Liguria. “Per approfondire i temi e le relazioni tra Regione e Unione europea” /Le immagini

Provincia

Si è tenuto oggi a Bruxelles un incontro di approfondimento sulle funzioni e le attività dell’ufficio di rappresentanza di Regione Liguria nella capitale europea, rivolto a una delegazione di giornalisti liguri, che hanno incontrato il dirigente del Settore Affari Europei e Internazionali Laura Muraglia e i suoi collaboratori, nell’ambito del progetto Erasmus +, su richiesta della sezione formazione dell’Ordine ligure dei giornalisti.

La sede di Regione Liguria è condivisa con il Piemonte e la Valle d’Aosta, scelta che consente una più efficiente gestione degli spazi. L’ufficio si occupa di curare i rapporti con la Commissione europea, soprattutto con l’obiettivo di attrarre sul territorio quei finanziamenti che prevedono una erogazione diretta da parte della Commissione stessa attraverso programmi dedicati.

“Bruxelles è il luogo dove vengono prese molte delle decisioni che riguardano la vita di tutti noi: per questo è fondamentale che la Liguria, come tutte le altre regioni d’Italia, sia presente, e lo sia in modo concreto ed efficiente – commenta il presidente della Regione Liguria Giovanni TotiLa Liguria non è un’isola, è la capitale della logistica e della portualità del nostro Paese, uno dei punti nodali del settore a livello continentale: l’interconnessione è il suo ossigeno ed essere a Bruxelles significa essere dove si sviluppano tutte quelle reti che sono così decisive per la vita delle imprese e dei cittadini liguri”.

“Un incontro di rilievo che consente a 12 giornalisti un confronto per approfondire i temi e le relazioni tra Regione Liguria e l’Unione europea – aggiungono il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Liguria Filippo Paganini e Stefania Beretta, responsabile formazione Odg Liguria – Gli stessi giornalisti trasferiranno le conoscenze acquisite sul territorio ai colleghi liguri e all’opinione pubblica e in particolare al mondo della scuola attraverso incontri e seminari formativi”.

Oltre a questo si occupa, attraverso reti di cooperazione con altre regioni europee, di sviluppare progetti e rafforzare il posizionamento della Liguria in Europa, anche in fase di costruzione della normativa comunitaria.

La Liguria a livello europeo fa parte della rete Errin, Rete europea per l’innovazione, e dell’Euregha, la Rete europea per l’innovazione in sanità.

L’ufficio di Regione Liguria a Bruxelles si occupa inoltre di fare da collegamento tra gli stakeholder liguri e l’Unione Europea, svolgendo attività di informazione sulle opportunità, i programmi e le politiche europee, anche tramite una serie di eventi, come pure partecipa alla redazione e alla realizzazione di progetti e si occupa di diffondere la cultura dei progetti europei, vista la notevole e sempre crescente importanza di queste attività per lo sviluppo dei territori.