Imperia: Statale 28, vertice in Provincia fra Scajola, Anas e sindaci. “Entro breve al via interventi per 15 milioni di euro”/Foto e Video

Attualità Imperia

Importanti novità dal vertice tenutosi questa mattina in Provincia a Imperia fra il presidente Claudio Scajola, i dirigenti di Anas e i sindaci di Valle Impero e Valle Arroscia interessati al tracciato della SS28.

Gli interventi di Anas riguarderanno sette tratti della SS28, fra cui la modifica dell’innesto di Pontedassio

La riunione, voluta da Scajola per definire alcuni interventi urgenti da attuare lungo il tracciato della SS28 per renderla più sicura, si è chiusa con l’annuncio di progetti per 15 milioni di euro che, entro breve, Anas attuerà in sette tratti della SS28.

Spiega il presidente della provincia Claudio Scajola: La Statale 28 è fondamentale per il rapporto e lo scambio turistico-commerciale con il Piemonte. Da tempo c’è in evidenza la necessità del traforo Armo-Cantarana. Stiamo cercando di muovere ogni passo perché possa essere inserita nel piano decennale dell’Anas di prossima approvazione.

Abbiamo bisogno dell’Aurelia Bis e si fanno passi avanti. Nel piano decennale dell’Anas saranno previsti diversi tratti in provincia di Imperia. Nel frattempo abbiamo necessità, con urgenza, che vengano fatti gli investimenti necessari per rendere la SS28 maggiormente fruibile.

Con piacere l’Anas ha accolto il nostro invito. È stato con noi il Direttore della rete Anas per la Liguria, ha portato la notizia che sono alla firma della direzione generale, progetti complessivi per 15 milioni di euro che interessano 7 tratti della SS28. Sono lavori che cominceranno presto.

Abbiamo concordato che il mese prossimo ci sarà fornito il cronoprogramma dei lavori. Abbiamo chiesto cantieri h24, devono essere il più veloci possibili. Abbiamo bisogno in tempi celeri di fare i lavori di ammodernamento e al contempo di non rallentare il traffico con tempi lunghi nella costruzione di queste opere.

Insieme a questo abbiamo aggiunto la necessità di avere maggiore sicurezza. C’è l’impegno che nelle gallerie e nella rete viaria, dove i telefoni non prendono, ci possa essere tutta l’attrezzatura necessaria perché si renda più sicuro percorrere questa arteria.

Nell’innesto fra Pontedassio ed Imperia, dove è sovente oggetto di incidenti, verrà modificata completamente questa connessione”.

Conclude Scajola: “Un incontro molto positivo, cui ho voluto partecipassero tutti i sindaci che hanno a che fare quotidianamente con i problemi della Statale 28 in quel territorio”.

All’incontro hanno partecipato anche i sindaci Alessandro Alessandri (Pieve di Teco), Vittorio Adolfo (Pornassio), Luca Vassallo (Chiusavecchia), Giovanni Agnese (Chiusanico) e Ilvo Calzia (Pontedassio), che hanno chiesto anche altri interventi per incentivare la sicurezza, accolti positivamente dall’Anas.

Tra questi anche il miglioramento della segnaletica in corrispondenza dell’innesto a valle nel territorio comunale di Pontedassio, e della copertura della rete telefonica nelle gallerie e nelle aree esterne nelle immediate vicinanze.

Ecco nel dettaglio i lavori previsti sulla Statale 28

  • Interventi di regimazione delle acque di superficie mediante realizzazione di cunette in cls, pozzetti, canalette di embrici e fossi di guardia e realizzazione di drenaggi sulla S.S. 28. (700mila euro)
  • Lavori di consolidamento strutturale comprese le opere complementari ed il risanamento del calcestruzzo ammalorato della Galleria San Lazzaro sulla S.S. 28 (3 milioni di euro)
  • Lavori di rettifica planoaltimetrica della sede stradale dal km 100+650 al km 1034-750 sulla S.S. 28 (6 milioni di euro)
  • Lavori di messa in sicurezza del versante in frana in località Case Rosse sulla S.S. 28 (4 milioni e 850 mila euro)
  • S.S. n° 28 “del Colle di Nava”- Completamento dei lavori di ammodernamento in sede tra ii km 107+800 e il km 108+300 S.S. 28 “del Colle di Nava”. (333.600mila euro)
  • S.S. n° 28 “del Colle di Nava”- Lavori di realizzazione dei giunti e completamento delle opere di regimazione idraulica del viadotto Giare di rezzo al km 111(carreggiata est e carreggiata ovest) (702mila euro)