Diano Marina: politica locale, Governo aumenta stipendi. Il Sindaco passerà da 2.700 a 4 mila euro al mese. Ecco le cifre

Golfo Dianese Politica Politica

Anche il Comune di Diano Marina, attraverso una determina firmata questa mattina dal segretario comunale Matteo Marino, ha proceduto all’adeguamento di legge degli emolumenti per sindaco, vicesindaco, assessori e presidente del Consiglio comunale.

Stanziati oltre 9 mila euro per pagare gli arretrati agli amministratori, da gennaio a giugno

L’adeguamento, parametrato all’emolumento riconosciuto ai presidenti di Regione, cui vengono riconosciuti  13.800 euro mensili, scatterà in modo complessivo dal 2024. Nel frattempo la legge, varata nel dicembre scorso, prevede una serie di “scatti” percentuali di aumento.

Nello specifico, a Diano Marina, il sindaco Cristiano Za Garibaldi passerà dagli attuali 2.760,98 euro a 3.319,44 valevoli dal 1 gennaio 2022, poi a 3.604,87 dal 1 gennaio 2023, per giungere a una cifra definitiva di 4.002 euro dal 1 gennaio 2024.

Il vicesindaco Bruno Manitta passerà dagli attuali 1.380,49 euro a 1.659,72, quindi a 1.802,44 nel 2023 e infine a 2.001 euro nel 2024.

Gli assessori Barbara Feltrin, Sabrina Messico e Luca Spandre passeranno dagli attuali 1.242,44 euro a 1.493,75, poi a 1.622,19 e quindi a 1.800,90.

Il presidente del Consiglio comunale Francesco Bregolin, passerà dagli attuali 276,10 euro, a 331,94, poi a 360,49 e infine nel 2024 a 400,20 euro.

La determina firmata oggi dal segretario comunale dianese prevede che “a decorrere dal mese di Luglio 2022 verranno adeguate le indennità e saranno corrisposti gli arretrati per il periodo gennaio/giugno, ammontanti a complessivi €. 9.717,24 così suddivisi: €. 3.350,76 al Sindaco; €. 1.675,38 al Vicesindaco; €. 1.507,86 ad ogni Assessore (per un totale di €. 4.523,58); €. 167,52 al Presidente del Consiglio“.