Imperia: mercoledì 29 giugno la festa di San Pietro. Alle 21 la processione a Porto Maurizio e la “volata della cassa” /Il programma

Attualità Cultura e manifestazioni Imperia

Sono in corso gli ultimi preparativi per celebrare con solennità la Festa di San Pietro. Domani ci sarà la tradizionale “volata della cassa” lungo la salita San Pietro.

Imperia: tutto pronto alla Confraternita di San Pietro per i festeggiamenti del Santo Patrono

La Confraternita di San Pietro Apostolo, guidata dal Priore Giorgio Ansaldi, dopo aver celebrato nelle scorse serate il Triduo al suo Santo Patrono, questa sera, alle ore 21.00, accoglierà nel proprio Oratorio al Parasio, il Canonico don Ivo Raimondo, Arciprete della Cattedrale San Michele Arcangelo in Albenga, già Vicario Vescovile e già Parroco della Basilica Concattedrale di San Maurizio e CC. MM., che celebrerà la S. Messa della Vigilia, durante la quale sarà vestito con l’abito confraternale un Confratello.

Il Priore, nell’occasione, procederà seguendo il “Modo di ricevere uno o più novizi in uso nella Confraternita dei Disciplinanti dell’Unione di San Pietro in Porto Maurizio”, da cui deriva la “formola della vestizione”, così come era anticamente denominata.

Il rito che si svolge,” dice il Priore Giorgio Ansaldi, “è un atto concreto, vero, che affonda le sue radici nella secolare tradizione della Confraternita ed è mirato ad accogliere il nuovo Confratello, ufficializzando la sua presenza, la sua compartecipazione, responsabilizzandolo degli oneri che gli competono”

Al termine, i Confratelli presenti porteranno in Processione la Statua di San Pietro fino al Duomo, ove domani, 29 giugno festa del Santo Patrono, alle ore 18.00 il Parroco della Basilica Concattedrale di San Maurizio e CC. MM., mons. Lucio Fabbris, celebrerà la S. Messa Solenne, accompagnata dai canti della corale di San Maurizio, diretta dal M° Giorgio Revelli.

La sera, alle ore 21.00, la Festa di San Pietro raggiungerà l’apice con lo svolgimento della Processione per le vie di Porto Maurizio

Al termine del percorso processionale, le Confraternite cittadine ed i fedeli si raccoglieranno in piazza Raineri ad ascoltare l’omelia del vice Parroco, don Fabio Ragusa, che precederà la consueta “volata della cassa”, cioè la tradizionale corsa dei Confratelli, con la cassa processionale sulle spalle, lungo la salita San Pietro.

Raggiunta la piazzetta, davanti all’Oratorio di San Pietro, sarà eseguito l’inchino della Statua rivolto al mare, che precederà la benedizione a tutti i fedeli presenti.

Conclude il Priore Giorgio Ansaldi. “La vestizione di un Confratello mi riempie il cuore di gioia, di orgoglio, significa che la Confraternita è viva, attiva, che sa rinnovarsi” ed aggiunge che “finalmente dopo un lungo periodo in cui il mondo ha rallentato i propri ritmi, oggi la nostra secolare Confraternita può riprendere il proprio cammino nella fraternità e nella comunione con tutti”