Imperia: “Mi ha stuprata”. Ma era una bugia, 22enne prosciolto dall’accusa di violenza sessuale

Giudiziaria Imperia

Accusato di violenza sessuale da una coetanea, viene prosciolto da ogni accusa dopo oltre un anno di indagini. Protagonista un 22enne imperiese, difeso dagli avvocati Hakan Eller e Cristian Urbini.

Imperia: accusato di violenza sessuale da un’amica, prosciolto 22enne

I fatti risalgono all’estate del 2021 quando una ragazza si presenta all’Ospedale di Imperia chiedendo di essere visitata in quanto vittima, poco prima, di abusi sessuali. Il giorno successivo la giovane presenta querela contro un amico, accusandolo di averla violentata.

La giovane racconta agli inquirenti di aver trascorso la serata con l’amico. Dopo alcune effusioni, condivise da entrambi,  il giovane l’avrebbe costretta ad appartarsi e avrebbe abusato di lei con la forza, nonostante i tentativi della ragazza di divincolarsi, lasciandola poi agonizzante a terra.

A seguito delle indagini, corredate da accertamenti medici e dai filmati delle telecamere, è emersa una versione dei fatti differente. La giovane, davanti alle prove degli inquirenti, ha ammesso di aver mentito, probabilmente in un momento di sconforto. Da qui la decisione del Pubblico Ministero di archiviare le accuse nei confronti del 22enne.