Imperia: addio ciminiera ex Ferriere, via libera della Soprintendenza. L’amarezza dei cittadini. “Siamo indignati. Perchè è sparita l’alternativa della messa in sicurezza?”

Attualità Imperia

“Dove sono finiti i progetti per la ristrutturazione e messa in sicurezza della ciminiera delle ex Ferriere? Perchè non sono stati presentati alla Conferenza dei Servizi?”.

Queste le domande di Massimiliano Basteris, promotore della petizione contro la demolizione della ciminiera centrale, che ha raccolto oltre mille firme, e dell’esposto presentato in Procura per far luce sull’iter in corso, a seguito del via libera della Conferenza dei Servizi.

Imperia: addio ciminiera ex Ferriere, via libera della Soprintendenza

“Come cittadini siamo indignati – afferma Massimiliano Basteris, promotore della raccolta firme – perchè è sparita l’alternativa al restauro? Nei pareri pervenuti dagli Enti chiamati a pronunciarsi sul progetto di demolizione si parla solo di ripristino della sicurezza. Ma l’Amministrazione ha richiesto e ottenuto progetti e preventivi per una possibile restaurazione che ora sembra far finta di dimenticare. 

Più di mille cittadini hanno firmato una petizione manifestando una forte attenzione all’argomento eppure questa voce è rimasta inascoltata.

Ora l’iter andrà avanti, ma ricordiamoci che c’è un esposto in Procura che farà il suo corso e che speriamo che possa far luce su come mai non è stata più preso in considerazione il filone del restauro. I costi elevati non possono essere una giustificazione per demolire un manufatto sottoposto a vincolo di tutela. Chiediamo risposte precise e trasparenti.

Mi appello al resto della società civile e ai rappresentanti della politica locale che non sono d’accordo con la demolizione di prendere posizione e pronunciarsi, perchè non è giusto che si proceda dritto facendo finta di dimenticarsi della possibilità di evitare la demolizione”.