Diano Marina: interrogazioni bocciate, la minoranza chiede convocazione di un Consiglio Comunale ad hoc. “Tematiche di notevole interesse. Doveroso che i cittadini conoscano la situazione”

Golfo Dianese Politica

In relazione all’ormai nota vicenda dell’esclusione delle interrogazioni dall’ordine del giorno dell’ultimo consiglio comunale, voluta dal capogruppo di maggioranza Veronica Brunazzi ed avallata dal Presidente del Consiglio Comunale Bregolin, si rende noto che i quattro consiglieri di opposizione (Bellacicco, Parrella, Borghi e Cavalleri) hanno depositato una richiesta di convocazione urgente del consiglio comunale proprio sulle argomentazioni relative alle citate interrogazioni.

Questa scelta, secondo quanto contenuto nel Regolamento del Consiglio Comunale, prevede che il Presidente convochi la riunione entro 20 giorni al fine di discutere le argomentazioni proposte.

Si parlerà dunque della partecipata GM SPA, della situazione indecorosa di strade e marciapiedi cittadini, della mancata attivazione dell’ambulatorio medico per turisti, della voragine sulla strada per Gorleri, dei servizi della Polizia Municipale e del rispetto della disciplina di utilizzo dei contenitori della spazzatura.

“Riteniamo doveroso – dicono Bellacicco e Parrella – che i cittadini conoscano la situazione e gli intendimenti dell’Amministrazione su tematiche di notevole interesse ed attualità. Avremmo voluto farlo già nello scorso consiglio ma una decisione offensiva ed antidemocratica non ce l’ha consentito e ci ha obbligato a questa nuova presa di posizione, adottata sempre ed esclusivamente nell’interesse della città e dei Dianesi che ci hanno eletto.”

Marcello Bellacicco, capogruppo DIANO MARINA
Francesco Parrella, capogruppo DIANO DOMANI

C.S.