Imperia: il Comune delega la Provincia per conferire i rifiuti alla discarica genovese di Scarpino

Attualità Imperia

La Giunta comunale di Imperia ha deliberato di conferire i rifiuti alla discarica genovese di Scarpino e di delegare la Provincia per l’affidamento del relativo servizio alla Amiu Genova, che gestisce la stessa discarica.

Conferimento fuori provincia dei rifiuti necessario per l’esaurimento della discarica Lotto 6 di Collette Ozotto

Il conferimento fuori provincia dei rifiuti si è reso necessario a seguito dell’esaurimento della discarica Lotto 6 di Collette Ozotto, non essendo ancora pronto l’impianto unico di Colli a Taggia.

Come si legge nella delibera della Giunta comunale imperiese, l’Amiu ha dato disponibilità “a ricevere nel proprio impianto di Scarpino 5.000 tonnellate di rifiuto codice EER 190503 proveniente dal nostro territorio, ad un costo di 50,00€/t (oltre IVA, onere di servizio ed ecotassa)”. 

Dalla prima decade di agosto, e sino al 4 febbraio 2023, sarà possibile conferire presso la discarica genovese di Scarpino circa 1.000 tonnellate al mese del rifiuto citato per un totale di 5.000 tonnellate, che ovviamente andranno in diminuzione sui conferimenti alle discariche savonesi di Bossarino e Boscaccio, con un significativo risparmio complessivo per il Comune imperiese, nonostante il costo di trasporto sino a Genova risulti inevitabilmente più alto rispetto a Savona;

per quanto attiene il trasporto dei futuri scarichi di r.s.u. presso Scarpino da parte della ditta Idroedil è stato acquisito specifico preventivo di spesa, da cui risulta un costo di trasporto per i rifiuti codice EER 190503 di 41,40 €/t che sommato alla tariffa di conferimento a Scarpino determina comunque un significativo risparmio complessivo”. 

La Giunta comunale imperiese ha quindi deliberato di:

1. di delegare la Provincia di Imperia a sottoscrivere l’Azienda Multiservizi e d’Igiene Urbana
Genova S.p.A. – A.M.I.U., gestore della discarica genovese di Scarpino, il contratto di
conferimento degli r.s.u. in nome e per conto del Comune di Imperia.
2. Di demandare al competente Settore Demanio, Qualità Urbana, Ambiente e Protezione Civile l’adozione degli atti necessari per dare esecuzione al presente provvedimento.