Imperia: “l’acqua puzza di solventi”. A Montegrazie scatta l’ordinanza di non potabilità. “In attesa delle analisi dell’Asl sui campioni prelevati”

Attualità Imperia

Il Sindaco di Imperia Claudio Scajola ha firmato un’ordinanza di non potabilità dell’acqua a Montegrazie. Il provvedimento arriva a pochi giorni dalla proteste dei residenti per il forte odore di solventi e idrocarburi.

Imperia: acqua non potabile a Montegrazie, Sindaco firma ordinanza

Nell’ordinanza di legge che il provvedimento di non potabilità è stato firmato in attesa delle analisi chimiche dell’Asl sui campioni prelevati il 5 settembre presso il punto di prelievo Montegrazie, posizionato nelle immediate vicinanze del serbatoio di distribuzione, dove risultano essere stati effettuati lavori di verniciatura a carico dei chiusini ai quali è verosimilmente attribuibile l’odore di solvente precepito dalle utenze.

L’ordinanza

  • Vista la nota dell’ASL 1 Imperiese in data 06/09/2022 […] con la quale viene comunicato che sono ancora in corso le analisi chimiche sui campioni prelevati in data 05/09/2022 presso il punto di prelievo Montegrazie, posizionato nelle immediate vicinanze del serbatoio di distribuzione, dove risultano essere stati effettuati lavori di verniciatura a carico dei chiusini ai quali è verosimilmente attribuibile l’odore di solvente precepito dalle utenze nella giornata di domenica 04/09/2022;
  • Considerato che a breve verranno resi noti i risultati delle analisi eseguite sui campioni prelevati nel suddetto punto di controllo da parte di ASL1 Imperiese, per la potabilità dell’acqua ai fini del consumo umano;
  • Considerato che la suddetta Nota dell’ASL 1 Imperiese chiede alla Soc. Rivieracqua Scpa di intervenire urgentemente per la risoluzione del problema provvedendo alla eliminazione della causa dello stesso e con un servizio sostitutivo per le utenze che risultano al momento disagiate;
  • Verificato che la citata nota dell’ASL 1 Imperiese propone al Sindaco del Comune di Imperia l’adozione di un’ordinanza cautelativa di non potabilità dell’acqua, fino all’ultimazione dei lavori;

ordina alla società Rivieracqua

  • di intervenire con la massima urgenza per la rimozione del problema provvedendo alla eliminazione della causa dello stesso
  • di provvedere ad un servizio sostitutivo per le utenze che risultano al momento disagiate; fino a nuova disposizione, in via preventiva e cautelativa