Imperia: Polivalente deturpato dalle antenne di telefonia mobile, scatta l’ordinanza del Sindaco Scajola. “Ripristinare il decoro dell’edificio”

Attualità Imperia

Il Sindaco di Imperia Claudio Scajola ha firmato due ordinanze per intimare ad altrettante aziende di telefonia mobile, la Cellnex Italia Spa e la Inwit infrastrutture wireless Spa di ripristinare il decoro di Palazzo Polivalente in piazza Duomo.

Imperia: Polivalente, doppia ordinanza del Sindaco Scajola

“Nel corso dello svolgimento di sopralluoghi effettuati da tecnici incaricati dal Settore Lavori Pubblici […] è stato riscontrata, come da relazione agli atti datata 16/09/2022, la presenza sulla facciata, sulla copertura e all’interno del fabbricato, di una serie di attrezzature correlate alle antenne, cavidotti, antenne, unità esterne di climatizzazione e numerose scatole di derivazione, quadri elettrici, difformi rispetto al minimo canone di decoro dell’edificio”.

In particolare, si legge nell’ordinanza, sono emerse le seguenti criticità:

  • la presenza di attrezzature poste “in modo disordinato, con fissaggi approssimativi, come nel caso dei cavi staccatisi dalla facciata e a rischio caduta […] o che hanno apportato modifiche o parziali demolizioni al fabbricato, come nel caso del cornicione tagliato e forato per l’alloggiamento dei cavi”;
  • “i pali delle antenne, posti in copertura, sono staffati alle murature esistenti che a causa del peso e all’oscillazione del vento hanno lesionato le murature, senza garanzia di stabilità di questi manufatti, e con grave pregiudizio alle strutture murarie”;
  • “l’esecuzione di numerosi carotaggi nelle murature per il passaggio dei cavi” che in alcuni casi hanno comportato lesioni alle murature;
  • la presenza nei locali del sottotetto di numerosissimi apparati elettronici in apparente stato di abbandono anche al di fuori delle aree in concessione;
  • “sono state trovate aperte e danneggiate la portafinestra e la persiana che danno accesso al terrazzino posto in copertura […] permettendo a piccioni ed altri animali di ricoprire di guano anche l’interno del sottotetto”

“Oltre alla violazione degli obblighi contrattualiprosegue l’ordinanzal’attività della ditta ha comportato la compromissione del decoro dell’edificio e la violazione dei sopra richiamati obblighi previsti dal Codice dei beni culturali e del paesaggio, per l’uso ed il mantenimento dell’immobile dichiarato di interesse culturale”.

Il Comune, viste le premesse sopra riportate, ha deciso di emettere le due ordinanze per chiedere a entrambe le ditte, proprietarie delle attrezzature, di “eliminare e/o aggiornare e/o diversamente posizionare le parti di impianto in modo da ricondurre tutta la facciata, le aree esterne e l’interno dell’edificio di Piazza Duomo nel rispetto del decoro dell’immobile dichiarato di interesse storico artistico”.