Imperia: la Giunta approva progetto da oltre 18 milioni di euro per la ristrutturazione dell’ex Sairo. Previsto intervento pubblico e privato, con esproprio della struttura/Foto

Attualità Imperia

La Giunta comunale di Imperia ha approvato il progetto di ristrutturazione con relativo esproprio della ex raffineria Sairo di via San Lazzaro, che riguarda lo stabile di proprietà di Imperia Sviluppo Srl (compagine di imprenditori locali guidata da Gianfranco Carli) e altre aree di proprietà del Comune e del Demanio. Il documento approderà ora per l’approvazione al Consiglio comunale.

Il progetto dovrà essere finanziato per oltre l’80% dal ministero delle Infrastrutture

Il Consiglio comunale del 22 febbraio 2021 aveva approvato in linea tecnica il progetto di riqualificazione edilizia ed urbana dell’area ex Sairo e demandato agli organi competenti ogni successivo adempimento utile e necessario al perfezionamento di tale progetto ed alla partecipazione al bando di cui al “Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare” (PINQuA). Con Decreto del Ministero Infrastrutture e Trasporti del 7 ottobre 2021, il progetto è stato ammesso al finanziamento e con Decreto Direttoriale del 20 gennaio 2022 l’Amministrazione responsabile (MIMS), sulla base delle dichiarazioni e dei documenti trasmessi dal Comune, ha definitivamente ammesso a finanziamento la proposta e individuato l’acconto da erogare.

Il costo complessivo del progetto ammonta a € 18.515.561,85 Iva inclusa, finanziato per il 19,12% da risorse finanziarie private (Protocollo di intesa con Consorzio cooperativo CON.COP.AR. S.c.r.l.), e per l’80,88% dal finanziamento ministeriale. 

Nel complesso le tempistiche previste per le varie fasi del progetto, dalla sottoscrizione della Convenzione alla piena funzionalità delle opere realizzate, ammontano a complessivi 4 anni e 2 mesi.

La perizia per la stima dei costi dell’esproprio è stata affidata dal Comune all’ingegner Enrico Montanari, con studio a Piacenza, che ha determinato quale valore di mercato del compendio immobiliare di proprietà di Imperia Sviluppo srl in un importo arrotondato pari a euro 1.580.000,00.

Lo stabilimento Ex SAIRO è inserito nel Piano Regolatore in Zona Soggetta a Piano Attuativo SUA114. L’area inoltre non è libera da vincoli infatti nel dicembre 2008 la Regione Liguria ha approvato lo Strumento Urbanistico Attuativo per la riqualificazione dell’area Ex Raffineria Sairo: la S.U.A. prevedeva la realizzazione di un Incubatore di Impresa all’interno dell’area ceduta al Comune di Imperia e una Residenza Turistico Alberghiera, con annessa ampia Area Commerciale e Autorimessa nell’area di proprietà di Imperia Sviluppo. Questa vicenda dopo varie vicissitudini dinieghi della sovrintendenza e varie non è mai giunta a conclusione.

L’attuale progetto di riqualificazione coinvolge aeree demaniali inserite in PRG in zona funzionale FVs, destinata ad attrezzature sportive. Su questa porzione di area coinvolta nel progetto di riqualificazione, viene prevista la palestra. Solo l’edificio più alto e parte del corpo di fabbrica di due piani fuori terra prospicente la futura Green Line, quello di fronte all’ingresso storico della fabbrica, verranno conservati. Il resto dei fabbricati verrà demolito e la volumetria recuperata sarà destinata a fini residenziali.

Ecco gli interventi previsti in tutta l’area ex Sairo

Gli interventi di riqualificazione riguardano principalmente:
A) Edificio Ex Sairo
B) Nuovo edificio residenziale
C) Nuovo edificio residenziale – cooperativa libera
D) Palestra
E) Parcheggio
F) Parco giochi/microturbine eoliche
G) Pista ciclabile
H) Pannelli fotovoltaici
I) Collegamento Green Line
J) Colonnine di ricarica
K) Sistema di recupero delle acque meteoriche

Piano interrato: esteso su una superficie lorda di pavimento di 565,00 mq, il piano interrato dell’edificio Ex SAIRO, ospiterà associazioni per il tempo libero e lo sport che utilizzeranno gli spazi per attività sportive/ricreative intergenerazionali, come ad esempio corsi di ballo e ginnastiche dolci, con l’obiettivo di combattere la solitudine degli anziani con nuovi processi di socializzazione incentrati sul recupero della corporeità.

Piano terra: esteso su una superficie lorda di pavimento di 502 mq, al piano terra saranno allestiti due distinti spazi attrezzati con accesso diretto al giardino esterno, destinati ad ospitare una ludoteca gestita da cooperative sociali e un circolo ricreativo/centro diurno per anziani con fragilità gestito dal servizio civile, con l’obiettivo di promuovere l’aggregazione ricreativa, incentivando nello specifico l’integrazione intergenerazionale.

Primo piano: esteso su una superficie lorda di pavimento di 407 mq, al primo piano saranno realizzate aule polifunzionali gestite dai servizi sociali per attività di co-working, colearning e alfabetizzazione digitale, nonché uno spazio espositivo polifunzionale attrezzato per laboratori intergenerazionali di cucina, scrittura, fotografia e cortometraggio, utilizzato da associazioni in collaborazione con gli istituti scolastici superiori (le associazioni che si occupano di aiutare e sostenere alunni in difficolta durante il loro percorso di studio, utilizzeranno le aule polifunzionali, prevalentemente durante le ore pomeridiane e doposcuola).

Secondo, terzo e quarto piano: estesi su una superficie lorda complessiva di pavimento di 685 mq distribuiti uniformemente (228 mq a
piano), gli ultimi tre piani dell’edificio dell’Ex SAIRO ospiteranno n.12 residenze temporanee destinate anche a giovani studenti bisognosi, che intendano passare brevi periodi al fine di sostenere corsi o partecipare ad attività sportive a livello agonistico. Tali residenze saranno caratterizzate da una superficie media di circa 40 mq, e strutturare come segue: n.1 soggiorno, n.1 camera, n. 1 bagno e disimpegno.

Per la riqualificazione dell’edificio dell’Ex SAIRO, si stima un costo complessivo dei soli lavori pari a € 2.425.402,05 escluse spese tecniche, oneri, sicurezza, imprevisti ed Iva.

L’edificio residenziale di nuova realizzazione (edificio B), sarà articolato in quattro livelli fuori terra, per una superficie lorda di pavimento di 708 mq. L’edificio sarà interessato dallo sviluppo di 14 alloggi destinati ad accogliere le famiglie in stato di necessità.

Per la realizzazione dell’edificio B si stima un costo complessivo pari a € 2.251.507,16 escluse spese tecniche, oneri, sicurezza, imprevisti ed Iva.

L’edificio residenziale di nuova realizzazione (edificio C), sarà articolato in quattro livelli, per una superficie lorda di pavimento di 1.235 mq. L’edificio sarà interessato dallo sviluppo di 16 alloggi realizzato dal Consorzio cooperativo CON.COP.AR. S.c.r.l., in forza di protocollo di intesa.

Il costo stimato per la realizzazione dell’edificio C, ammonta ad € 2.812.417,63 escluse spese tecniche, oneri, sicurezza, imprevisti ed Iva, finanziato integralmente con risorse economiche apportate dal soggetto privato.

La palestra, indicata in planimetria con la lettera D, verrà sviluppata in un unico livello, per una superficie lorda di pavimento di 558 mq.
L’edificio D, collocato al margine nord-est del lotto, prenderà il posto dei vecchi magazzini demaniali. L’edificio verrà realizzato utilizzando un pavimento caratterizzato da mattonelle che sfruttano l’energia cinetica prodotta dai frequentatori. Attraverso, quindi, la tecnologia di cristalli piezoelettrici, sarà possibile immagazzinare ed utilizzare l’energia prodotta. La gestione della palestra, verrà concessa ad  associazioni, tra le quali MY ASD (Monesi Young) ha già manifestato interesse per lo sviluppo di progetti sociali.