Imperia: in Comune i giovani consiglieri della città gemellata di Friedrichshafen. “Per la pace necessarie più frequentazioni tra le popolazioni europee”/Foto e Video

Attualità Imperia

Incontro, questa mattina, in Comune a Imperia, presso la Sala Consiliare di Palazzo Civico, tra il Sindaco Claudio Scajola e l’Assessore Luca Volpe e una delegazione del Consiglio Comunale dei Giovani della città tedesca gemellata di Friedrichshafen.

Obiettivo approfondire i rapporti tra le due realtà cittadine e far convergere le diverse culture. Presenti gli ex Sindaci del Consiglio Comunale dei Ragazzi della Città di Imperia.

Tema dell’incontro “Educare alla rappresentanza democratica attraverso il Consiglio comunale dei Ragazzi – Esperienze a confronto”.

Imperia: incontro in Comune con i ragazzi di Friedrichshafen

Claudio Scajola

“C’è questo gemellaggio con Friedrichshafen che è una cosa bella, fatta diversi anni fa. Si è intensificato insieme alla comunità tedesca e all’ufficio cultura dell’Istituto Italo-Tedesco. Ieri sera c’è stata una buona iniziativa, con un riconoscimento nei confronti di un Parlamentare Europeo, che è il Presidente della Commissione sulla Concorrenza, che si sta costruendo una casa a Imperia. Abbiamo un’importante presenza turistica tedesca, quindi si è intensificato questo gemellaggio e su iniziativa dell’assessore Volpe, che segue anche la parte scolastica, si sono messi insieme i giovani di Imperia, gli amministratori futuri, gli ex  Sindaci del consiglio comunale dei ragazzi, e quelli di Friedrichshafen. Dobbiamo aprire sempre di più questo territorio, aprirci le vedute. Riuscire a cogliere che in questa società, per mantenere la pace e fare progresso ci vuole maggiore frequentazione fra le popolazione europee”.

Luca Volpe

“Abbiamo organizzato questo incontro tra i ragazzi di Imperia che in questi anni hanno avuto la fortuna di sedersi nel consiglio comunale dei ragazzi e i loro coetanei di Friedrichshafen. Abbiamo pensato a questo momento di confronto, uno scambio di opinionie, di idee, per capire quello è rimasto dall’esperienza del consiglio comunale dei ragazzi”.