IMPERIA. VIA SANTA LUCIA, I COMITATI CHIEDONO IL DOPPIO SENSO E UN INCONTRO CON IL PREFETTO/ IL TESTO DELLA LETTERA

Home Imperia

viasantalucia.jpg

Imperia. I comitati di Via Santa Lucia e Via Diano Calderina hanno inviato un comunicato stampa ragguagliando tutti, cittadini e amministrazione, sulla situazione del senso unico e della bretella in Via Santa Lucia dichiarando:

“16 luglio 2014: il capogruppo consiliare del P.D., Giorgio Montanari, in merito alla situazione di Via S. Lucia, dichiarava: “Ci si era presi un impegno e va rispettato: la sperimentazione deve considerarsi conclusa, e ad oggi sulla realizzazione della bretella non c’è un progetto certo né dati realistici su spesa e tempistiche. Si torni indietro. Punto”.

Quel “Punto” al termine della dichiarazione sembra evidenziare l’impostazione tassativa della dichiarazione stessa. A seguito di questa esternazione, i Comitati di Via S. Lucia e Via Diano Calderina, decidevano di sospendere la protesta, nella speranza che sopraggiungessero nuovi e positivi sviluppi.

11 agosto 2014: in Via Santa Lucia nulla è cambiato. L’amministrazione non è tornata indietro, le ipotesi alternative proposte dai comitati non sono state prese in considerazione, gli studi di fattibilità/preliminari non sono mai stati resi visibili, malgrado le richieste e le promesse fatte, ed il primo cittadino, nonostante abbia egli stesso giudicato non intelligenti le persone che non sono pronte a cambiare idea, non ha cambiato idea.

Si aggiunga che la segretaria cittadina del P.D., Andreina Puccioni, espressasi in più occasioni, anche pubbliche, a favore delle proteste dei cittadini di Via S. Lucia, non ha sfondato il muro rappresentato dai notabili del suo partito, dovendo così conformarsi ai loro pensieri.

Per tutto ciò, intendiamo manifestare la nostra stima nei confronti del capogruppo consiliare del P.D., Giorgio Montanari, che ha espresso con forza e pubblicamente il suo punto di vista sulla situazione di Via S. Lucia e ringraziare la segretaria cittadina, Andreina Puccioni, per la solidarietà dimostrata ai cittadini del rione, ma, allo stesso tempo, considerata la mancanza di ascolto da parte del partito che entrambi rappresentano, consigliamo loro, al fine di salvaguardare la propria dignità personale, di dare un segnale forte rassegnando le dimissioni dai rispettivi incarichi.

Nel contempo torniamo a richiedere con forza il ripristino del doppio senso di circolazione in Via S. Lucia, con le modifiche evidenziate nel progetto consegnato lo scorso 2 aprile, nella speranza che sia stato visionato da chi di dovere.

A tale scopo i Comitati, come già dichiarato in precedenti comunicati stampa, hanno avanzato richiesta di incontro con il Prefetto di Imperia per tentare di porre fine a questa situazione che, per la testardaggine dell’amministrazione comunale nel non accogliere le rimostranze di un intero rione, sfiora il ridicolo. Facciamo appello a chi, nell’ambito del consiglio comunale di Imperia ancora crede negli ideali di giustizia e democrazia, convinti come siamo che siano ancora numerosi, affinché si adoperino per sanare una situazione che di democratico, ormai è chiaro, non ha più nulla”.

Dal canto suo, il capogruppo del PD Giorgio Montanari, interpellato da Imperiapost ha dichiarato: “Sono sicuro che, ora che sono passati i momenti di concitazione con le grosse pratiche al vaglio dell’amministrazione come il Porto e il Sindaco alle prese con il riassetto di giunta, il Primo Cittadino avrà sicuramente tempo per occuparsi anche di Via Santa Lucia e prendere le giuste decisioni in merito”.