Imperia: 58enne denuncia assistente sociale del Comune e finisce a processo per calunnia/La storia

Giudiziaria Imperia

Denuncia un’assistente sociale del Comune di Riva Ligure, accusandola di essersi intascata indebitamente i contributi a lei destinati. Per questo una donna di 58 anni, di Imperia, è finita a processo con l’accusa di calunnia davanti alla giudice Francesca Minieri.

Imperia: denuncia assistente sociale, a processo per calunnia

La 58enne, secondo quanto contestato dagli inquirenti, avrebbe denunciato per appropriazione indebita l’assistente sociale, in servizio presso il Comune di Riva Ligure, accusandola di essersi intascata 250 euro, a titolo di borsa lavoro, e 900 euro, a titolo di contributo territoriale.

Un’accusa che, a seguito delle indagini degli organi inquirenti, è risultata infondata. Da qui la successiva querela per calunnia sfociata nel processo in corso in Tribunale a Imperia.