Sanità: oltre 62 mila prenotazioni in meno di sei mesi su “Prenoto Salute”. 14.500 gli appuntamenti modificati online

Provincia

Poco più di tre settimane e Prenoto Salute taglierà il traguardo dei primi sei mesi di utilizzo. La piattaforma, sviluppata da Liguria Digitale e lanciata lo scorso 29 luglio, ha superato quota 60 mila prenotazioni di fatto totalizzando una media di oltre 10 mila prenotazioni al mese.

Gli utenti accedono a ogni ora del giorno e della notte, anche la domenica

Sottolinea il presidente della Regione Giovanni Toti: “I numeri di questi primi mesi confermano che il servizio è diventato a tutti gli efffetti uno strumento apprezzato dai cittadini che ha ancora enormi potenzialità di sviluppo. Prenotosalute premia la scelta di puntare sempre più su strumenti agili, attraverso i quali viene data ai cittadini la possibilità di dialogare con la pubblica amministrazione, in particolare con la sanità, in ogni orario e da ogni luogo, semplicemente collegandosi con un pc o dal proprio smartphone. Una semplificazione che, ad esempio, ha contribuito a recuperare ben 14.502 appuntamenti (5.812 di radiologia, 1.928 prime visite e 6.762 esami di laboratorio), permettendo così di rimettere subito in agenda tali appuntamenti, rendendoli di nuovo disponibili per i cittadini”.

Aggiunge l’assessore alla Sanità Angelo Gratarola: “Entro i prossimi mesi ‘Prenoto Salute’ diventerà piattaforma universale a disposizione sia del CUP, sia delle farmacie, sia del singolo cittadino.’Prenoto Salute’, piattaforma duttile, potente e innovativa sta implementando ulteriori migliorie. Al cittadino che si trova a prenotare una visita con un determinato ordine di priorità, viene subito proposta, in caso di assenza di disponibilità nei tempi previsti, la prima data utile successiva evitando allo stesso cittadino ulteriori chiamate“.

“Prenoto Salute ha finora permesso ai liguri di prenotare 62.712 prestazioni – spiega Enrico Castanini, amministratore unico di Liguria DigitaleDi queste, 21.180 sono state per esami di radiologia, 8.904 per prime visite specialistiche e 32.628 per esami di laboratorio, l’ultima tipologia di prenotazioni resa disponibile sulla piattaforma in ordine di tempo, attivata lo scorso 30 novembre. Un risultato importante, ottenuto da Prenoto Salute grazie alla sua semplicità di utilizzo e alla comodità di poter effettuare ogni tipo di operazione, quindi anche la disdetta, direttamente dal proprio pc o smartphone e a qualsiasi ora del giorno o della notte, anche quando gli altri canali di prenotazione non sono disponibili”.

I numeri confermano che l’utilizzo di Prenoto Salute resta consistente anche dopo le 18 e fino alle 24. In questa fascia oraria sono state registrate 14mila prenotazioni, segno che con l’introduzione di questo nuovo strumento (che ha affiancato e non sostituito i canali di prenotazione già attivi) si è andati a intercettare l’esigenza di un buon numero di utenti i quali, attraverso i canali tradizionali, avevano difficoltà a prenotare magari a causa dei propri orari di lavoro. In questa stessa fascia oraria, dalle 18 alle 24, sono state invece 3.241 le disdette (il 23% di quelle totali effettuate attraverso Prenoto Salute).

Un altro dato singolare è che la piattaforma registra accessi letteralmente ad ogni ora, anche nel cuore della notte: 42 accessi fra le 2 e le 3 del mattino, 9 fra le 3 e le 4, 16 fra le 4 e le 5. Per quel che riguarda i giorni, invece, in valore assoluto i numeri più alti si registrano ovviamente dal lunedì al venerdì ma Prenoto Salute ha gestito anche 6.668 prenotazioni nel weekend, 3.590 al sabato e 3.078 la domenica. Più del 10% degli accessi alla piattaforma Prenoto Salute, insomma, avviene proprio nei fine settimana.