Una crew di disabili: “Le Iene” a Imperia per raccontare la storia di Nicholas e il progetto musicale FlyLillo. “Davvero straordinari”/Foto e video

Attualità Cultura e manifestazioni Imperia

Giornata piena di emozioni oggi alla Tana della Giraffa, la sede dell’associazione La Giraffa a Rotelle in via Caboto, a Imperia. La troupe de “Le Iene”, con il giornalista Andrea Agresti, ha infatti girato alcune scene del servizio che vedrà protagonista Nicholas Deplano, il 21enne di Badalucco, in arte Feet Dj, nato senza gli arti superiori (qui abbiamo raccontato la sua storia), e il nuovo progetto musicale promosso dalla neonata associazione FlyLillo (qui il progetto sui videogiochi inclusivi).

Un progetto, portato avanti da Roberto Gandolfo di FlyLillo, che vede protagonisti i ragazzi disabili, ognuno secondo le proprie possibilità, e che mira a creare una community per addentrarsi nel mondo della musica e produrre dischi.

“All’iniziativa stanno iniziando ad aderire personaggi importanti dell’ambiente musicale – spiega Roberto Gandolfo come Ylenia Laconi, Federico Scavo, Dj Shorti, Dj Wladi, Dj Jad, Radio Crazy Dance, Tatanka e Alex Dj Handi. Ringrazio tutti e ringrazio anche Christian Gullone, uno dei tecnici di FlyLillo”.

Andrea Agresti, giornalista de “Le Iene“, è rimasto molto colpito dalla storia di Nicholas e da tutti i ragazzi de La Giraffa a Rotelle. Avvicinato dai cronisti di ImperiaPost, ha commentato: La leggenda degli uomini straordinari è una leggenda, ma vedendo all’opera Nicholas ti rendi conto che è una realtà, la realtà degli uomini straordinari. Questo è quello che racconteremo nel nostro servizio che ruota intorno a Nicholas e a tutto quello che gravita intorno a lui, come questo nuovo progetto musicale. Vedere il sorriso dei ragazzi è stato bellissimo”.

Presente anche Ylenia Laconi, nuova manager del progetto musicale. “L’idea nasce dal tentativo di unire due mondi – spiega – quello della musica, a cui io appartengo, e quello della disabilità, che fino a oggi sono stati sempre molto divisi. Insieme a Roberto di FlyLillo abbiamo cercato di trovare delle idee che potessero creare un ponte tra i due mondi. Stiamo sviluppando delle attività con FlyLillo, la Giraffa a Rotelle e tutte le associazioni che vorranno unirsi alla community, per cercare di includere più ragazzi possibili. Cerchiamo di prendere da ciascun ragazzo quello che sa fare per portarli nel progetto. Alcuni ragazzi hanno iniziato a curare delle playlist su Spotify, altri stanno registrando dei suoni che metteremo insieme per creare produzioni musicali. Quando avremo gli inediti creeremo una distribuzione indipendente affinchè sempre più ragazzi possano prendere parte al progetto così che i prodotti potranno essere sul mercato digitale e potranno essere fruibili da tutti”.

Non è ancora noto quando andrà in onda su Italia 1 il servizio de “Le Iene”.