Diano Marina: una serata in onore di Vicky Falbo. “Giovedì 8 giugno ricorderemo mia figlia. Il ricavato all’associazione ‘Tutti insieme per la solidarietà'”/Video

Attualità Cultura e manifestazioni Golfo Dianese

Un apericena solidale in memoria di Vittoria “Vicky” Falbo, la giovane imperiese che nel 2008 perse la vita a soli 16 anni in un tragico incidente stradale.

L’appuntamento benefico è per giovedì 8 giugno, alle ore 20, presso il Poggio dei Gorleri, a Diano Marina, in via San Leonardo 38. Il ricavato sarà devoluto all’associazione “Tutti insieme per la solidarietà” che da anni si occupa di supportare le famiglie in difficoltà del territorio ed è sempre attiva per far fronte alle emergenze. Negli ultimi giorni sta raccogliendo generi di prima necessità da portare alle popolazioni alluvionate in Emilia Romagna.

Organizzatore e responsabile dell’evento: il presidente dell’associazione Giuseppe Fici.

Diano Marina: giovedì 8 giugno apericena solidale in memoria di Vicky

Annamaria Clausi

“Abbiamo deciso, insieme all’associazione Tutti Insieme per la Solidarietà, di organizzare una serata in onore di mia figlia.

Anche io faccio parte di questa associazione come volontaria. Le difficoltà sono tante, ci sono tante famiglie che hanno bisogno.

Oltre a ricordare mia figlia, vorrei devolvere la raccolta all’associazione per poter fare in modo di poter continuare le attività. C’è molto bisogno. Le persone che ne fanno parte hanno gran cuore. Ci siamo prodigati per tante cose, adesso purtroppo c’è anche la situazione dell’Emilia Romagna, per cui abbiamo avviato una raccolta di beni di prima necessità da portare alle popolazioni alluvionate.

L’appuntamento è l’8 giugno 2023. Ci sarà un apericena a buffet, con musica. Staremo tutti insieme al Poggio dei Gorleri. Spero veniate in tanti. Il fine è una buona cosa.

Sensibilizzeremo anche sulla donazione degli organi, è una cosa a cui teniamo molo. Mia figlia ha donato e quindi ci terrei in quella serata ad approfondire questo tema e sensibilizzare per la donazione degli organi.

Venite numerosi”.