ESCLUSIVA IMPERIAPOST. L’ASSESSORE SARA SERAFINI ANNUNCIA LE DIMISSIONI. “RINGRAZIO TUTTI COLORO CHE MI HANNO SUPPORTATO IN QUESTO ANNO”

Home Politica

L’esponente del Laboratorio per Imperia lunedì 8 settembre presenterà ufficialmente le sue dimissioni
al Sindaco Carlo Capacci. Ad annunciarlo la stessa Serafini in un’intervista esclusiva a ImperiaPost

Schermata 2014-09-05 alle 22.55.31

L’assessore Sara Serafini è pronta a dimettersi. L’esponente del Laboratorio per Imperia lunedì 8 settembre presenterà ufficialmente le sue dimissioni al Sindaco Carlo Capacci. Ad annunciarlo la stessa Sara Serafini in un’intervista esclusiva a ImperiaPost. L’ex Ncd lascia la Giunta Capacci dopo poco più di un anno di mandato, prima come assessore a Sport, Cultura e Manifestazioni e poi come assessore a Informatizzazione, Innovazione Tecnologia e Pari Opportunità.

Assessore Serafini, le indiscrezioni raccontano di sue possibili dimissioni nella giornata di lunedì. Conferma? Il suo mandato è arrivato al termine?

Si. Lunedì è l’otto settembre, una data significativa: chi è andato avanti, allora, ha dato vita alla Repubblica di Salò e sappiamo come è finita. Per gli altri invece è stato il tempo dell’armistizio. Ma è anche la Natività di Maria (e festa a Montegrazie)! Le date simboliche danno sempre il consiglio giusto. Proprio stamattina è stata approvata la seconda e ultima delibera che sono riuscita a portare in Giunta in questo mese, nel quale ho avuto le deleghe all’Informatizzazione, Innovazione Tecnologia e Pari Opportunità: approvazione dello Studio di Fattibilità tecnica per il Piano di Continuità Operativa e del Disaster Recovery imposto dal Codice dell’Amministrazione Digitale. Avrei voluto anche rinnovare la Commissione Unica Paritetica (che è scaduta il 12 agosto), ma non c’è stato il tempo. Lunedì rimetto il mandato nelle mani del Sindaco.

Perché questa decisione ancor prima della nomina del nuovo assessore che, secondo gli accordi, spetta al Partito Democratico?

L’ho detto prima: l’otto settembre è la data giusta.

Le sue dimissioni arrivano a pochi giorni da quelle del capogruppo del Pd Giorgio Montanari. Cosa non funziona in questa amministrazione?

Mi dimetto perché non ho più consiglieri che mi sostengano in Giunta, tutto qui. Il gruppo del Laboratorio per Imperia non esiste più in Consiglio Comunale. Non conosco le motivazioni di Montanari, ma non posso certo affermare che le sue dimissioni non mi abbiano colpito: la maggioranza perde un consigliere brillante e molto preparato”.

Si è pentita di aver aderito al NCD?

Su NCD mi pare di avere già speso sin troppe parole quando mi sono dimessa dal partito. Purtroppo il mio carattere e temperamento, poco inclini alla cieca obbedienza -la mia famiglia ne sa qualcosa- non sono compatibili con le dinamiche partitiche nelle quali mi sono trovata immersa mio malgrado (basta rileggere i giornali di giugno e luglio)”.

Cosa le rimane di questa esperienza? E più in generale, è rimasta delusa dalla politica?

“Ho molto imparato in questo anno perché ho lavorato assieme a persone veramente in gamba, come Guido Abbo, Enrica Fresia e Beppe Zagarella ad esempio, persone a me praticamente sconosciute prima e con le quali ho instaurato un’amicizia salda. La nostra quotidianità un pò mi mancherà.
Non sono delusa. Sono convinta che nella vita i cambiamenti servano a crescere e soprattutto bisogna sempre guardare avanti, come ho fatto quando sono stata sostituita alla Cultura e Sport nel bel mezzo dell’organizzazione degli eventi estivi che poi avete visto (e qualcuno lo vedrete in autunno).
E’ stata comunque una delle esperienze più significative della mia vita, è sempre costruttivo mettersi in gioco. Per capire la politica bisogna entrarci e metterci la faccia, non commentarla da fuori e lamentarsi a prescindere. Ma il cambiamento non può vedersi certo solo dopo un solo anno.
Ringrazio il Sindaco che mi ha nominato a giugno 2013 quando sono risultata la seconda tra gli eletti del Laboratorio per Imperia, il movimento civico a cui faccio ancora oggi riferimento (orgogliosamente conservo ancora incorniciato il manifesto della proclamazione in cui sono stampati i nomi dei consiglieri eletti, prima dei ripescaggi successivi). Ringrazio tutte le persone del Laboratorio che mi hanno supportato in questo anno, una in particolare che si riconoscerà in queste righe”.

Segui Imperiapost anche su: