IMPERIA. FESTIVAL GROCK 2014. SI CHIUDE LA 10° EDIZIONE CON “20 DECIBEL” DEL CIRCO EL GRITO: UN MIX DI SUONI E ACROBAZIE/ FOTO E VIDEO

Cultura e manifestazioni Home

“Lo spettacolo si chiama 20 decibel ed è il suono più basso che si può ascoltare, è quello che si può sentire a massimo un metro diciamo – spiega Giacomo Costantini – Se lo volete ascoltare è come se foste obbligati a fermare il tempo”

elgrito.jpg

 

Imperia. Si è conclusa ieri, domenica 12 ottobre, alle 11 di mattino la decima edizione del Festival Grock con la replica dello spettacolo “20 decibel” del Circo El Grito. Giacomo Costantini e Fabiana Ruiz Diaz alla fine dello splendido spettacolo hanno rilasciato una breve intervista a Imperiapost raccontandosi:

Lo spettacolo si chiama 20 decibel ed è il suono più basso che si può ascoltare, è quello che si può sentire a massimo un metro diciamo – spiega Giacomo – Se lo volete ascoltare è come se foste obbligati a fermare il tempo per concentrarsi. Usiamo anche strumenti elettronici nel nostro spettacolo, ma abbiamo una passione smodata per Bach che è la nostra colonna sonora diciamo siamo certi che oggi suonerebbe il sintetizzatore se fosse in vita“.

Conosco e amo Grock, ma fino a quando non sono arrivata qui non sapevo che ci fosse un festival dedicato a lui. Se oggi possiamo fare questo mestiere è grazie a loro che ci hanno spianato la strada. Raccogliamo un bagaglio anche inconsapevolmente, siamo autodidatti e come Grock usiamo il corpo nei nostri spettacoli. Ci prepariamo con esercizi acrobatici, di equilibrio e potenziamento fisico” conclude Fabiana

LA STORIA
El Grito nasce nel 2007 a Bruxelles dall’incontro tra Fabiana Ruiz Diaz (Montevideo, Uruguay) e Giacomo Costantini (Roma, Italia). Fabiana e Giacomo si conoscono nel 2006 in occasione di un gala dei circhi italiani. L’incontro è folgorante: dopo poche settimane partono insieme per il Sudamerica. In quel periodo, oltre alle affinità personali, i due giovani artisti scoprono una complementarietà artistica ed umana che si esprime nella volontà di fondare una compagnia di circo contemporaneo. Ripartono per l’Europa alla ricerca di uno spazio che possa accogliere il loro progetto di compagnia e, dopo aver fatto tappa a Roma e Berlino, si stabiliscono a Bruxelles, dove vengono accolti dall’ Espace Catastrophe (punto di riferimento internazionale per il circo contemporaneo) che sostiene il loro primo spettacolo “Scratch & Stretch”. Grazie al successo dello spettacolo, la compagnia entra velocemente nel circuito professionale europeo. El Grito attira su di sé l’attenzione di differenti realtà culturali ed artistiche e trova sostegno per la produzione di “20 Decibel”, spettacolo destinato alla sala che debutta nel 2010 alla Biennale Internazionale di Circo “Pistes de Lancement” (Bruxelles).

Foto di Alessandro Del Vento

Segui Imperiapost anche su: