IMPERIA. CAOS NEL M5S, CARA GLORIO CONTRO RUSSO: “SI DIMETTA LEI VISTO CHE SI E’ ALLONTANATO DAI VALORI DEL MOVIMENTO”

Home Politica

Cara Glorio: “Provo profondo imbarazzo nel dover replicare ulteriormente a questi inconcepibili attacchi, con il sostanziale pericolo di annoiare i miei concittadini che hanno sicuramente ben altro a cui pensare”

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

Cara Glorio
Ho letto stamattina, con estrema sorpresa, le ultime, assurde, dichiarazioni di Antonio Russo nei miei confronti. Evidentemente l’attuale capogruppo del Movimento 5 Stelle nel Comune di Imperia preferisce spendere tempo ed energie in una squallida battaglia ed in una campagna denigratoria e diffamatoria contro la sottoscritta, piuttosto che dedicarsi ai reali problemi della città“.
Inizia così il comunicato di Cara Glorio in risposta al capogruppo del M5S Antonio Russo che, in un’intervista a Imperiapost, ha dichiarato che la consigliera deve lasciare il movimento.

Provo profondo imbarazzo nel dover replicare ulteriormente a questi inconcepibili attacchi, con il sostanziale pericolo di annoiare i miei concittadini che hanno sicuramente ben altro a cui pensare.
Tra le tante bugie ed illazioni (che si commentano da sole) che sono stata costretta a leggere stamattina, dopo aver subito anche numerosi attacchi gratuiti nei confronti della mia persona e del mio lavoro come Consigliere Comunale e come attivista del MoVimento a 5 Stelle, vorrei sottolineare, per l’ennesima volta, che la sottoscritta non ha mai dichiarato di voler abbandonare il Movimento stesso ( e tantomeno non ho mai chiesto a nessuno di fare una cosa del genere), ma ho solo preso le distanze da Antonio Russo e dai suoi metodi obsoleti e poco consoni .
Antonio Russo non è il MoVimento 5 Stelle. Antonio Russo fa parte, mio malgrado, del MoVimento 5 Stelle, così come la sottoscritta e così come tantissimi altri attivisti in tutta Italia. Di conseguenza lui non può assolutamente decidere o invitare qualcuno a farsi da parte o a dimettersi, soprattutto se si tratta di un portavoce eletto democraticamente in consiglio comunale e che quindi ha i suoi stessi diritti nei confronti del simbolo e del nome del MoVimento.

Solo Beppe Grillo in persona, o la staff nazionale in sua vece, possono decidere in tal senso.
Questi atteggiamenti e questi modi di fare appartengono, chiaramente, ad un modello della vecchia politica, che il MoVimento 5 Stelle, per altro, combatte da sempre.

Inoltre vorrei ricordare che il nostro ruolo di portavoce dovrebbe (e qui il condizionale è d’obbligo visto quanto letto stamattina) essere quello di rappresentare i Cittadini della nostra città, e non limitarsi unicamente a rappresentare i pochi adepti appartenenti ad una ristretta cerchia di amici.

Attaccarmi quindi per aver portato in consiglio comunale le istanze, per altro sacrosante, di un altro meetup (anch’esso formato da Cittadini) è totalmente fuori luogo ed inopportuno, visto che io, a differenza di qualcun altro, sto semplicemente svolgendo il compito per cui sono state eletta, senza alcun tornaconto personale e senza, per altro, ottenere nessun’altro tipo di incarico dall’attuale Sindaco di Imperia.

In conclusione, ribadisco, a scanso di equivoci, che la sottoscritta continuerà ad essere, orgogliosamente, una portavoce del MoVimento 5 Stelle, cercando di rappresentare, nel miglior modo possibile, le istanze di tutti i Cittadini di Imperia. Se l’attuale capogruppo non ritiene corretta questa scelta, può sempre decidere di andarsene lui, visto l’ormai assodato allontanamento dai principi e dai valori del MoVimento 5 Stelle da parte sua”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!