IMPERIA. “CAMION DELLA TRADECO IN DISCARICA CON 50 CM DI BOTTIGLIE E LATTINE SOPRA I RIFIUTI SOLIDI”. LA DENUNCIA DELLA IDROEDIL DAVANTI ALLA COMMISSIONE DI INCHIESTA SUI RIFIUTI

Home Imperia

Nell’audizione di Massimo e Carlo Ghilardi della Idroedil (società che gestisce la discarica di Collette Ozotto ci sono anche
pesanti accuse alla Tradeco Srl ( la società che gestisce l’appalto della raccolta dei rifiuti in 35 comuni della provincia di Imperia)

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!

11072666_543319305807422_999669484_n

IMPERIA. Nell’audizione di Massimo e Carlo Ghilardi della Idroedil (società che gestisce la discarica di Collette Ozotto) davanti alla commissione Parlamentare sul ciclo dei rifiuti ci sono anche pesanti accuse alla Tradeco Srl ( la società che gestisce l’appalto della raccolta dei rifiuti in 35 comuni della provincia di Imperia).

“Quanto alla gestione quotidiana della nostra discarica, – raccontano i due titolari della Idroedil – ci arrivano circa 2.500-2.600 quintali al giorno di rifiuto solido urbano indifferenziato, quindi dal cassonetto verde. Abbiamo un sistema di formazione del personale all’accettazione del rifiuto: se non è conforme al 200301, il camion viene rispedito indietro.
Prova ne sono tutte le comunicazioni fatte agli enti quando interveniva il camion della Tradeco. Quando aprivo il portellone per scaricare, mi trovavo 50 centimetri di bottiglie e lattine sopra il rifiuto solido urbano: si faceva chiudere il portellone e si diceva di tornare a casa perché non era rifiuto conforme. Queste sono le raccomandate in PEC scritte alla provincia di Imperia e al comune con numero di targa del mezzo e nome dell’autista. Questo viene fatto dalla società Idroedil per qualsiasi mezzo, la Docks Lanterna, la Tradeco e l’Aimeri”. 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione





 

Aiutateci ad informarvi!