IMPERIA. PROCESSO PORTO. TUTTI ASSOLTI, ECCO LE MOTIVAZIONI: “NESSUNA TRUFFA, IL COMUNE SAPEVA TUTTO” / LA SENTENZA INTEGRALE

Secondo i giudici non vi fu condotta truffaldina e non vi fu alcuna induzione in errore in quanto: “l’amministrazione comunale era a conoscenza delle linee determinanti dell’operazione economica, ossia del finanziamento privato della costruzione del porto e della modalità di determinazione in percentuale secca di diritti sull’opera da cedersi come corrispettivo alla costruttrice”.

Continua a leggere...

PROCESSO PORTO IMPERIA. IL P.M. AVENATI BASSI: “CI VOLEVA UNA GARA PUBBLICA, CALTAGIRONE È ENTRATO NELLA SPA SU INVITO”

Il Pubblico Ministero Avenati Bassi: “Il potente locale che incontra il privato nei palazzi di Roma e gli chiede se vuole costruire il porto. Questo non rispetta le leggi sui contratti pubblici. Quando parliamo di un servizio di interesse pubblico non posso fare entrare un privato a mia discrezione”.

Continua a leggere...