Attualità, Cronaca, Home, Politica — 29 luglio 2013 alle 16:17

Traffico in tilt per il posizionamento di un cartello stradale nell’ora di punta. Il sindaco Carlo Capacci ci ricasca.

Capacci ci ricasca. Dopo le polemiche legate ai lavori di segnaletica in fondo a via Cascione effettuati di venerdì pomeriggio nell’ora di punta, gli operai sono tornati al lavoro a pochi metri di distanza. Questa volta si è scelta l’ora di pranzo quando il traffico aumenta a dismisura. Per percorrere il tratto dal semaforo all’inizio di via Cascione sino alla […]

di Gabriele Piccardo

traffico 2

Capacci ci ricasca. Dopo le polemiche legate ai lavori di segnaletica in fondo a via Cascione effettuati di venerdì pomeriggio nell’ora di punta, gli operai sono tornati al lavoro a pochi metri di distanza. Questa volta si è scelta l’ora di pranzo quando il traffico aumenta a dismisura. Per percorrere il tratto dal semaforo all’inizio di via Cascione sino alla rotonda di via Nizza ci si è impiegato quasi 30 minuti. La coda, infatti, iniziava dallo sbocco di via Pirinoli sino alla rotonda di via Nizza per coloro che erano diretti in direzione Ventimiglia e dal Prino sino all’incrocio in fondo a via Cascione per coloro che arrivavano da Sanremo in direzione Andora. La causa di tutto ciò? Il posizionamento di un cartello stradale. Che dire: errare è umano perseverare è diabolico.