Cultura e manifestazioni, Home — 1 febbraio 2014 alle 16:38

LA FEDERAZIONE ITALIANA DONNE ARTI PROFESSIONI AFFARI PREMIA LE STUDENTESSE DI TERZA MEDIA: “L’arte può sconfiggere l’orrore”

La F.I.D.A.P.A.(Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari), il primo club femminile della nostra città, ha voluto anche quest’anno celebrare la Shoah, per mantenere vivo nelle generazioni future il ricordo di questo orrore che l’uomo ha potuto compiere, affinchè non possa più ripetersi . In occasione del giorno della memoria (27 Gennaio) ha invitato ad un momento di riflessione le alunne […]

di Selena Marvaldi

fidapa_nord_ovest

La F.I.D.A.P.A.(Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari), il primo club femminile della nostra città, ha voluto anche quest’anno celebrare la Shoah, per mantenere vivo nelle generazioni future il ricordo di questo orrore che l’uomo ha potuto compiere, affinchè non possa più ripetersi . In occasione del giorno della memoria (27 Gennaio) ha invitato ad un momento di riflessione le alunne delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado, proponendo la realizzazione di un lavoro artistico con questo tema :IL GIORNO DELLA MEMORIA: L’ARTE PUO’ SCONFIGGERE L’ORRORE?

Si trattava di realizzare un elaborato grafico a tecnica libera che rappresentasse non solo l’orrore della Shoah ma anche la forza dell’arte che, in quanto espressione della creatività e della bellezza dell’animo umano, quell’orrore può sconfiggere.L’iniziativa ha coinvolto le studentesse degli istituti: Novaro, Sauro, Littardi, Boine, Suore della Misericordia, oltre a Diano Marina e Pieve di Teco. Una apposita commissione ha giudicato gli elaborati scegliendo le tre opere che con più originalità hanno saputo rappresentare questo tema. Sono risultate vincitrici Emma Donato, della Classe III F dell’Istituto Comprensivo di Diano Marina, Marta Nobile e Serena Valmigli della Nostra Signora della Misericordia di Imperia. Alle studentesse vincitrici è stata assegnata una piccola borsa di studio durante la cerimonia di premiazione avvenuta giovedì 30 gennaio.