Attualità, Home — 24 febbraio 2014 alle 15:03

CASO OTTAGONO. CAPACCI: “Stiamo lavorando a progetti di pulizia straordinari. Ci vorranno 15 giorni”. LOMURNO: “Non posso assumere altre persone”

Durante l’incontro di oggi in Prefettura, Pasquale Lomurno, di Tra.De.Co ha parlato di un probabile problema con il numero dei dipendenti. Riportando quindi le richieste fatte dai lavoratori dell’Ottagono questa mattina in conferenza stampa la risposta è stata: “C’è un principio costituzionale che dice che ad ogni lavoratore deve essere dato il giusto ristoro, se quando uno mi fa un […]

di Selena Marvaldi

capacci

Durante l’incontro di oggi in Prefettura, Pasquale Lomurno, di Tra.De.Co ha parlato di un probabile problema con il numero dei dipendenti. Riportando quindi le richieste fatte dai lavoratori dell’Ottagono questa mattina in conferenza stampa la risposta è stata:

C’è un principio costituzionale che dice che ad ogni lavoratore deve essere dato il giusto ristoro, se quando uno mi fa un appalto mi conta 143 persone non ne posso aggiungere. Se qualcuno mi dice che i lavoratori diventano 180 ben venga, ma quando è stato quotato l’appalto era per 143, 120 lavoratori e 23 impiegati, diciamo che gli impiegati sono un po’ meno e i lavoratori un pochino di più il che significa che li dovremo meglio far il servizio, se tutto questo nonostante lo straordinarionon funziona  due sono le cose: o è sottoquotato o i lavoratori non fanno quello che dovrebbero fare, terzo non parliamo dei cittadini che conferendo quando gli pare aiutano“.

Più positivo invece il Sindaco Capacci: “L’Amministrazione sta lavorando alla redazione di progetti straordinari inerenti a servizi di pulizia che non sono compresi nell’appalto Tra.De.Co. per dare la possibilità agli ex dipendenti Ottagono di vedere finalmente risolto il loro problema occupazionale, è una questione di tempo, credo ci vorrà una quindicina di giorni. Basta con i voucher sono affidamenti di servizi, vogliamo trovare una soluzione permanente e definitiva”.