Attualità, Home — 24 marzo 2018 alle 17:49

SANREMO. SETTIMANA CONTRO IL RAZZISMO. LE ASSOCIAZIONI MAPPAMONDO, POPOLI IN ARTE E CARITAS DISTRIBUISCONO 500 SEGNALIBRI/L’INIZIATIVA

Sono stati distribuiti 500 segnalibri ideati dai ragazzi che frequentano i corsi di italiano ed è stata una prima occasione
per incoraggiare le persone ad affrontare in modo consapevole e sereno la complessità del mondo attuale

di Redazione

antirazzismo

I volontari delle associazioni Mappamondo, Popoli in Arte, Caritas Diocesana, hanno voluto festeggiare la Settimana di azione contro il razzismo, campagna di sensibilizzazione e animazione territoriale giunta ormai alla sua 14ª edizione (in programma dal 19 al 25 marzo 2018), regalando ai passanti, di fronte al Palafiori, un segnalibro con uno di questi pensieri:

- Siamo sempre lo straniero di qualcun altro. Imparare a vivere insieme è lottare contro il razzismo. (Tahar Ben Jelloun)

- Se non giudichi un libro dalla sua copertina perché lo fai con una persona? (Anonimo)

- Se chiudi con il razzismo ti si apre un mondo. (Unicef)

- Alcune persone hanno bisogno di accettare che il mondo è pieno di colori. (Anonimo)

- Il razzismo è un’assurda invenzione dell’uomo. Che lingua parla il vento? Di che nazionalità è una tempesta? Da quale paese viene la pioggia? Di che colore è un fulmine? (Fabrizio Caramagna).

Sono stati distribuiti 500 segnalibri ideati dai ragazzi che frequentano i corsi di italiano ed è stata una prima occasione per incoraggiare le persone ad affrontare in modo consapevole e sereno la complessità del mondo attuale, che vede anche nel nostro territorio la presenza di un numero maggiore di uomini e donne provenienti dai Paesi dell’Africa e dell’Asia.

Guerre, disastri ambientali, persecuzioni e miseria spingono queste persone a lasciare il loro Paese. Non si possono fermare le migrazioni se non cercando di porre rimedio alle situazioni da cui traggono origine, e quasi sempre queste situazioni derivano dall’ingerenza politica, militare ed economica dei Paesi occidentali e quindi anche dell’Italia.

Grazie alla presenza del cantautore e musicista Paolo Lizzadro è stato anche un momento di festa: con le sue canzoni ha ricordato come tutti siamo stati migranti o figli di migranti anche nella nostra Italia, da Sud a Nord e da Est a Ovest.

Le prossime iniziative su:

http://www.associazionemappamondo.it/

http://www.caritasventimigliasanremo.org/

https://www.facebook.com/popolinarte