Home, Politica — 25 ottobre 2013 alle 16:11

PRESUNTE INCOMPATIBILITÀ NEI CDA DEGLI ENTI PARTECIPATI DAL COMUNE – IL “LABORATORIO PER IMPERIA” METTE NEL MIRINO CAMIOLO, ALONZO (PDL) E LA GATTI (LEGA NORD)

Scatta l’offensiva del “Laboratorio per Imperia”, il movimento dell’ex sindaco Paolo Strescino, contro gli esponenti del Pdl e Lega Nord nominati nei consigli di amministrazioni dell’Isah e della casa di Riposo di Imperia (Agnesi). Questa mattina, infatti, gli esponenti del “Lab”, (Diego Parodi, Paolo Montesano e Simone Vassallo) hanno depositato presso l’ufficio del segretario comunale Andrea Matarazzo una lettera con […]

di Gabriele Piccardo

Laboratorio
Scatta l’offensiva del “Laboratorio per Imperia”, il movimento dell’ex sindaco Paolo Strescino, contro gli esponenti del Pdl e Lega Nord nominati nei consigli di amministrazioni dell’Isah e della casa di Riposo di Imperia (Agnesi). Questa mattina, infatti, gli esponenti del “Lab”, (Diego Parodi, Paolo Montesano e Simone Vassallo) hanno depositato presso l’ufficio del segretario comunale Andrea Matarazzo una lettera con la quale si chiede una verifica sulla possibile incompatibilità presenti nelle società partecipate dal Comune di Imperia .
In base alle Legge: “Non possono essere nominati amministratori di societa’ partecipate da enti locali coloro che nei tre anni precedenti alla nomina hanno ricoperto la carica di amministratore negli enti locali che detengono quote di partecipazione al capitale della stessa società.”
I tre finiti nel mirino sono gli ex ex consiglieri Monica Gatti (Lega Nord) membro del cda dell’Isah, Alberto Alonzo (Pdl) membro del cda dalla casa di riposo di Imperia) e Pino Camiolo (Pdl) presidente della casa di riposo di Imperia. Sarà dunque compito del segretario comunale stabilire se vi siano o meno i presupposti per annullare le nomine fatte a suo tempo dall’ex sindaco Strescino.