18 Maggio 2024 09:55

Cerca
Close this search box.

18 Maggio 2024 09:55

Come fare un curriculum che conquisti i datori di lavoro

In breve:  Crea PDF ottimizzati per il tuo curriculum attraverso gli strumenti di conversione online e incrementa le tue possibilità di successo nel mondo del lavoro.

Ottimizza il tuo CV per il Successo nel Mercato del Lavoro

Non è facile districarsi nel mondo del lavoro di oggi. Da una parte ci sono i più giovani, ai quali viene richiesta un’esperienza già maturata attraverso anni di lavoro. Nessuno, però, li fa lavorare senza suddetta esperienza. Dall’altra, i più grandi quell’esperienza ce l’hanno, ma sono considerati troppo “vecchi” per il mercato del lavoro. Se ci aggiungiamo che la concorrenza è altissima e che farsi notare è un’impresa, la situazione non è rosea.

Per questo, ora e più che mai, è fondamentale ottimizzare il proprio curriculum vitae in modo da dimostrarsi pronti per lavorare e per meritare uno stipendio decente. Avere già tante esperienze alle spalle non basta: bisogna fare un curriculum nel quale tutto sia perfetto. Solo così queste esperienze potranno risaltare davvero, insieme alla propria attitudine al lavoro e all’impegno. In questo articolo, vedremo proprio come ottimizzare il proprio CV in modo da attirare l’attenzione di un datore di lavoro o di un recruiter.

Formattare il proprio CV

Prima di tutto, è fondamentale formattare un curriculum vitae nel migliore dei modi. Non tutti però hanno dimestichezza con strumenti come Word o Google Docs. Per fortuna strumenti come PDF Guru permettono la modifica PDF necessaria per abbellire e rendere più fruibile il proprio curriculum.

Vediamo quindi quali sono alcuni elementi fondamentali a livello di formattazione. Partiamo dalla scelta del font.

L’ideale sarebbe un carattere semplice, come Arial o Calibri, dalle dimensioni comprese tra i 10 e i 12 punti. Un’eccezione qui è rappresentata da chi cerca lavoro come grafico o creativo: in quel caso, dimostrate la vostra creatività. Se non è questo il vostro caso, lasciate stare soluzioni troppo ricercate.

Fondamentale è anche la disposizione delle sezioni, da definire appena si crea PDF online. Di norma, si parte dalle informazioni personali, come nome, cognome, numero di telefono e indirizzo. Segue poi la lista di esperienze lavorative già maturate, e poi quella legata al percorso d’istruzione e accademico seguito, in ordine cronologico partendo dall’ultimo studio effettuato, per poi arrivare fino alle scuole superiori. Attraverso la modifica PDF, potrete anche cambiare l’ordine delle sezioni dopo aver già creato il file.

Per mantenere il documento pulito e organizzato, usate spazi vuoti e margini, in modo da dare un aspetto ordinato e facilitare la lettura. Anche l’uso di liste può migliorare l’esperienza del lettore. Per finire, poi, non esagerate con il testo e la lunghezza generale del curriculum: nessuno ha tempo di leggere tutto quanto.

Ottimizza il contenuto del curriculum

Ora che abbiamo capito come formattare il CV anche attraverso strumenti, dobbiamo capire cosa scriverci. L’importante è far risaltare i punti salienti. Ogni posizione lavorativa dev’essere spiegata in modo sintetico ma accattivante, dimostrando cosa si è imparato in ogni tappa lavorativa, educativa o sociale della propria vita.
Nella parte finale del curriculum potete inserire anche aspetti che non riguardano direttamente il mondo del lavoro, ma che dicano qualcosa di voi come persona. Potreste inserire, ad esempio, progetti di volontariato o altri progetti e passioni personali.

Rimane comunque fondamentale che vi siano rimandi tra le varie parti del curriculum: l’immagine che deve uscire fuori è quella di un percorso coerente, nel quale avete imparato qualcosa ad ogni passo per poi metterla in pratica in un momento successivo. Dettagli inutili, ridondanti o obsoleti vanno rimossi: tenete solo il necessario per dare una buona impressione.

Cercate inoltre di personalizzare il curriculum in base al tipo di lavoro per cui vi state proponendo. Questo non vuol dire che dovete usare uno strumento che crea PDF per ogni singolo posto di lavoro al quale state puntando. Piuttosto, preparate diversi documenti in base ai tipi di lavoro che cercate.

Inviare il curriculum

Adesso che il curriculum è pronto, va inviato. Qualunque sia il programma con cui l’avete creato, noi consigliamo sempre di trasformarlo in PDF attraverso un convertitore PDF. In questo modo potrete essere sicuri che il datore lavoro potrà aprirlo e leggerlo senza problemi.

Ci sono altri due aspetti fondamentali da considerare quando si parla dell’importanza dei PDF. Prima di tutto, non consentono la modifica successiva non autorizzata, e nel caso di un curriculum è fondamentale che il datore di lavoro lo riceva senza che sia stato modificato da nessuno. Inoltre, se si trasforma file in PDF, ci si assicura di poter stampare il curriculum senza problemi, che siate voi a farlo oppure il responsabile delle risorse umane che si occupa del colloquio. È sempre meglio infatti avere il CV a portata di mano anche in versione cartacea, per non rischiare mai nulla.

L’importanza di un CV ottimizzato

Ottimizzare il proprio curriculum vitae, insomma, rappresenta un passo importante per entrare nel mondo del lavoro o migliorare la propria posizione lavorativa. Non è dunque un aspetto che dev’essere sottovalutato o considerato inutile.

In questo articolo, abbiamo visto sia come formattare al meglio il curriculum che come ottimizzare il suo contenuto. Ma abbiamo anche visto come l’uso di strumenti di modifica PDF possa essere molto utile per la buona riuscita dell’operazione. Grazie ai PDF, il curriculum diventa facilmente modificabile e condivisibile, incrementando le proprie possibilità di successo.

Condividi questo articolo: