LETTERA AL DIRETTORE. “POLITICA E CITTADINI.MANCA IL CONFRONTO, A VOLTE TI SENTI COME IL ROMPISCATOLE DI TURNO

Home Lettere al Direttore
11076059_10152699574146003_1232643142_n
IMPERIA.  Un lettore, Fabio Ferrero, scrive  alla redazione di Imperiapost dopo la polemica nata tra Silvia Bonato, titolare del locale La Fighera e il Sindaco Carlo Capacci in merito a “promesse elettorali “.
Ecco il testo della lettera:
Buongiorno,
mi sorprende sempre leggere di persone che danno il loro voto aspettandosi in cambio qualcosa. Tipico del sistema italiano, che spera in una politica intelligente.
Purtroppo le cose vanno diversamente, spesso le promesse che il politico elargisce a mio favore per realizzare un’ idea, si scontrano con le promesse fatte a chi mi osteggia.
Del resto il politico punta ai voti, diversamente invece di essere in ufficio sarebbe in strada tra la gente. Ultimamente emerge sempre più la mancanza di confronto con le persone, anzi a volte ti senti come il rompi scatole di turno, anche quando quello che pretendi è il diritto a vivere in un ambiente decoroso.
Provate a fare questo semplice esperimento: leggete o ascoltate una qualsiasi dichiarazione fatta sulla nostra città dai nostri amministratori. Poi andate a fare una bella passeggiata per le vie della città. Vi renderete conto che i politici non lo fanno mai, e se lo fanno non si rendono conto del degrado.
Il degrado in cui versa Imperia spazia dalle infrastrutture stradali, all’arredo urbano e alla presenza di disperati.
Continuare a rimandare la soluzione di queste problematiche è indice di scarso rispetto per i cittadini.
Cittadini che non devono essere considerati elettori quando fa comodo e rompi balle quando esigono il rispetto delle esigenze quotidiane.
Saluti,
Fabio Ferrero