L`AVVOCATO RISPONDE… UTILIZZO DELLE IMMAGINI PUBBLICATE SU FACEBOOK. ESISTE IL DIRITTO D’AUTORE?/ IL PARERE

Attualità Home Rubriche

diritto d'autore

IMPERIA – Questa settimana la rubrica di consulenze legali di ImperiaPost si occuperà di diritto d’autore legato alle immagini pubblicate sui social network come Facebook, Twitter e Instagram. Grazie alla collaborazione dell’avvocato R. Tahiri, i lettori potranno formulare alcune domande di carattere generale sui problemi/questioni che si trovano a dover affrontare.

La domanda:

“Buongiorno, vorrei chiedere se le mie immagini su Facebook possono essere utilizzate o copiate da terzi senza la mia autorizzazione”?

Il parere:

“In via generale ogni fotografia o immagine è coperta dai diritti d’autore che spettano a chi l’ha scattata. Al fotografo (o utente che sia) spettano i diritti esclusivi di riproduzione e diffusione per una durata di vent’anni dalla data di realizzazione della fotografia (art. 88 l. 633/41). Inoltre, se la foto ritrae una o più persone, l’immagine contiene altresì dati personali dei soggetti che vi sono ritratti e non può essere diffusa senza il loro consenso.

Sulla materia una recente sentenza del Tribunale Civile di Roma (sentenza n. 12076/15) ha in pratica riconosciuto il diritto d’autore anche per le foto pubblicate sui social network, stabilendo che: la pubblicazione di foto su Facebook nella pagina di chi le ha scattate “non comporta la cessione integrale dei diritti fotografici” e viene specificato che “la possibilità di utilizzo delle informazioni pubblicate con impostazione ‘Pubblica’ sul social network non costituisce licenza generalizzata di utilizzo e di sfruttamento dei contenuti coperti da diritti di proprietà intellettuale, rispetto ai quali l’unica licenza è quella non esclusiva e trasferibile concessa a Facebook”.

Nella sentenza viene precisato per di più che la pubblicazione di una fotografia nella pagina personale di Facebook costituisce “presunzione grave, precisa e concordante” della titolarità dei diritti fotografici in capo al titolare delle pagine nelle quali sono pubblicate, pertanto, spetta al riproduttore provare che la sua utilizzazione si è basata sul prelevamento di un file digitale non coperto dai diritti di proprietà intellettuale in capo a colui che ha pubblicato la foto su Facebook.

Dunque sulla base di tale orientamento che dovrà essere confermato dai Giudici della Suprema Corte di Cassazione, in caso di indebita appropriazione delle immagini pubblicate sui social network viene riconosciuto il danno per violazione del diritto d’autore.

Da non dimenticare che nel caso in cui una fotografia raffiguri una persona entra in gioco anche la disciplina della privacy, nonché il diritto all’immagine dei medesimi soggetti ritratti”.