IMPERIA. RISCHIO IDROGEOLOGICO. SUMMIT IN PREFETTURA TRA REGIONE, PROVINCIA, VIGILI DEL FUOCO E CAPITANERIA / IL RESOCONTO

Attualità Home

prefettura tizzano

Si è tenuta ieri, presso la Prefettura di Imperia, una riunione della Sezione Terza della Conferenza Permanente – Sezione che si occupa di ambiente, territorio ed infrastrutture – volta alla disamina delle situazioni che potrebbero presentare criticità sotto il profilo del rischio idrogeologico, con particolare riferimento allo stato dei corsi d’acqua e dei versanti che sono attraversati dalle reti stradali e ferrovie, al fine di favorire l’individuazione di soluzioni sia per la tempestiva adozione di misure nell’ambito delle pianificazioni di emergenza, sia per la programmazione e l’esecuzione di interventi volti a mitigare i rischi.

All’incontro, presieduto dal Prefetto di Imperia, hanno partecipato l’Assessore Regionale alla Protezione Civile della Regione Liguria, il Presidente dell’Amministrazione Provinciale, i responsabili provinciali del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, della Capitaneria di Porto, delle Forze dell’Ordine, del Corpo Forestale dello Stato, rappresentanti dei Comuni della provincia – tra i quali numerosi Sindaci – nonché i referenti territoriali dell’ANAS, di Rete Ferroviaria Italiana, della Motorizzazione Civile, insieme ad esponenti del volontariato dell’AIB ( antincendio boschivo ) e della Protezione Civile.

In apertura dei lavori, il Prefetto, Silvana Tizzano, sottolinea che la riunione – annualmente organizzata in un territorio, come quello della provincia di Imperia, che presenta particolari vulnerabilità sotto il profilo idrogeologico – costituisce una favorevole occasione di comune approfondimento conoscitivo delle criticità del ponente ligure, nonché utile strumento di indirizzo per l’aggiornamento delle pianificazioni comunali e per una migliore valutazione sia delle priorità da perseguire, sia delle misure da adottare a salvaguardia delle collettività

L’Assessore Regionale alla Protezione Civile, Giacomo Giampedrone, dal canto suo, nell’esprimere apprezzamento per l’attenzione dedicata – con l’iniziativa odierna – alla problematica in argomento, ha colto l’occasione per illustrare la nuova procedura di allertamento meteo – idrogeologico ed idraulico e le linee guida che riguardano l’adozione di misure di pianificazione di protezione civile, a livello provinciale e comunale, procedura entrata in vigore il 15 ottobre scorso.

Nella circostanza, ha tenuto a rappresentare il costante impegno della Regione Liguria a dotarsi delle necessarie risorse al fine di supportare al meglio le attività dei Sindaci nel settore.

Preliminarmente all’ampio e articolato dibattito che si è sviluppato nel corso della riunione, sono state illustrate le relazioni tecniche predisposte dalla Capitaneria di Porto, dal Comando Provinciale Vigili del Fuoco e dal Corpo Forestale dello Stato, che hanno, rispettivamente, preso in esame lo stato dei corsi d’acqua nei tratti alla foce, nei centri urbani e nelle zone interne, richiamando l’attenzione sulle tematiche di maggior rilievo.

In detti interventi è stata, complessivamente, rappresentata l’esigenza di procedere con tempestività alla pulizia degli alvei e alla sistemazione degli argini, senza trascurare alcune indicazioni operative a fronte di specifiche problematiche locali evidenziate dai singoli amministratori comunali.

Pur nel rispetto delle reciproche funzioni e competenze, ma nella condivisione delle strategie di intervento, è emerso l’intendimento di sviluppare ogni possibile sinergia e collaborazione tra i soggetti che, a vario titolo, partecipano alla programmazione ed alla gestione del territorio imperiese , nonché la più ampia disponibilità da parte delle Istituzioni statali e regionali, a fornire in tale direzione il necessario supporto agli Enti Locali.