IMPERIA. MAXI POSTO DI BLOCCO DELLA POLIZIA A CARAMAGNA E SULL’AURELIA, CONTROLLATI OLTRE 400 VEICOLI/ECCO IL BILANCIO

Cronaca Home

POSTODIBLOCCO

Nel pomeriggio di ieri, la Questura di Imperia ha effettuato servizi capillari volti garantire la sicurezza dei cittadini, intendificando l’ordinaria attivita’ di controllo del territorio, ispezionando veicoli e persone, in ingresso nel comprensorio imperiese.

Il dispositivo, ulteriormente rafforzato in ragione dei recenti attentati terroristici e dello scenario internazionale, ha visto l’impiego di 3 equipaggi della squadra volante della questura, una pattuglia della squadra mobile, 4 equipaggi del reparto prevenzione crimine “Liguria”, una pattuglia della polizia stradale ed una unita’ cinofila proveniente da Padova.

Attraverso l’impiego di vetture dotate di lettore di targa elettronico, e’ stato possibile scansionare piu’ di 400 veicoli tra automobili, autoarticolati e motoveicoli.

Il dispositivo, ulteriormente rafforzato dalla presenza di 22 operatori dedicati, ha consentito di ispezionare circa 40 veicoli, approfonditamente controllati dalle unita’ conofile ed antiesplosivo nell’area dedicata e presidiata dagli operatori in servizio.

Il primo posto di blocco, in localita’ Santo Stefano al Mare, effettuato lungo l’arteria della aurelia, ha richiesto la modifica del traffico veicolare, consentendo il senso unico di marcia in direzione Imperia.
Tutti i veicoli (circa 250) sono stati sottoposti ad un primo controllo dagli agenti in servizio.

Controllati tutti gli autobus della RT provenienti da Ventimiglia e da Imperia, direzione Sanremo: gli agenti, direttamente a bordo dei mezzi, hanno proceduto alla identificazione dei viaggiatori presenti, allontanando coloro che erano sprovvisti di biglietto.

Il secondo posto di blocco e’ stato invece effettuato nella periferia di Porto Maurizio. analoghi i controlli e le finalita’ del dispositivo su circa 15 veicoli.

Contravvenzionati due utenti della strada per eccesso di velocita’ e mancata copertura assicurativa: sanzionato, infine, un automobilista alla guida di una autovettura la cui targa, usurata, non era leggibile.