IMPERIA. ZTL AL PARASIO. CRITICHE AL SINDACO CAPACCI DALLA GERMANIA. IL DOTT. KRAMER:”QUA SOLO RESIDENTI FRUSTRATI” / LA LETTERA

Home Imperia

GERMANIA LETTERA

Imperia – Il Dr. Peter-J. Kramer, residente in Germania ma con un’appartamento al Parasio, torna a scrivere all’amministrazione e in particolar modo al sindaco Carlo Capacci sulla situazione del borgo. 

Egregio Sig. Sindaco, Carlo Capacci,

“Grazie per la risposta del Nucleo Viabilità della città (20 aprile), sulla mia lettera aperta scritta a Voi il 06 gennaio. Dopo una lunga pausa il 29 maggio siamo tornati nel nostro appartamento al Parasio. La situazione del divieto di parcheggio sul Parasio e la Zona Blu annunciata intorno al Parasio, aveva portato noi invece di trascorrere come al solito la Pasqua e la Pentecoste per un tempo abbastanza lungo sul Parasio, a prenotare viaggi a Dubai / Abu Dhabi e a Eivissa sull’isola Ibiza. Durante questi soggiorni abbiamo avuto esperienze molto positive. Entrambi sono molto belle destinazioni che sono anche a buon prezzo.

Eivissa (Ibiza) dispone anche di un centro storico (Patrimonio Mondiale dell’UNESCO) su una montagna vicino al mare, simile al Borgo Parasio di Porto Maurizio. Questo borgo lì si chiama ‘Dalt Vila ‘. Anche sul Dalt Vila c’è un tipo di ZTL (‘accés restringit’). Tuttavia, gli abitanti di Dalt Vila sono dall’amministrazione comunale trattati in modo diverso rispetto a quanto avviene sul Parasio. Per esempio il municipio di Eivissa ha creato per i residenti numerosi posti auto riservati, disponibili nei pressi della Dalt Vila, che sono accessibili solo per i residenti di Dalt Vila. Per i fornitori e artigiani, è possibile passare attraverso la barriera della Dalt Vila, perché naturalmente diversi top ristoranti, caffè e bar, negozi di souvenir e gallerie d’arte si trovano nel borgo di Dalt Vila. Anche 2 alberghi eccellenti si trovano lì.

In cima a Dalt Vila, il visitatore non solo è ricompensato da una bella vista, si troverà anche una cattedrale e un castello medievale. In aggiunta, ci sono 3 principali musei, tra loro anche la Casa Colom (Cristoforo Colombo). In confronto, il Parasio a Imperia P.M. fornisce 2 buone pizzerie, una eccellente Osteria ( Olio Grosso ), ma non un solo bar, gelateria, non ci sono negozi e, naturalmente, nessun castello o un museo o una cattedrale o nessuna toilette pubblica. Il Parasio offre solo numerosi residenti e proprietari frustrati che sono relegati dalle istituzioni responsabili della città di Imperia, con una zona di divieto di sosta e un tipo di calma mortuaria sulla vostra Piazza. 

Ci sono anche 3 ascensori, costruiti pochi anni fa, che sono stati chiusi per motivi di costo. Nella stampa, si poteva leggere che il sindaco Capacci intende demolire questi ascensori per essere sostituiti delle scale mobili meno costose. E ‘chiaro che un tale passo può essere fatto solo se un’adeguata perizia indipendente conferma che le scale mobili sono davvero finanziariamente e tecnicamente migliori, che rappresentano una soluzione efficace. Nessuno conosce tale perizia sul Parasio.  

Il minibus (a intervalli di un’ora) attualmente stabilito, è certamente una soluzione accettabile per i vacanzieri sul Parasio, ma per i residenti attivi professionali del Parasio questo minibus è del tutto inadeguato e assolutamente non rappresenta alcun sostituto per i parcheggi perduti. Ma anche per i vacanzieri l’uso non è ovvio, perché in Piazza Parasio non c’è qualsiasi riferimento a tale minibus (per esempio non c’è una fermata o un orario)”. 

Cordiali saluti

Dr. Peter-J. Kramer