18 Maggio 2024 19:38

Cerca
Close this search box.

18 Maggio 2024 19:38

IMPERIA. LAVORO. “GARANZIA GIOVANI”, PRESENTATO IL REPORT: “BILANCIO POSITIVO, MOLTI RAGAZZI HANNO TROVATO UN IMPIEGO”/ FOTO E VIDEO

In breve: Si è svolto oggi, presso l'aula magna della Scuola Edile di Imperia, l'incontro per discutere sul programma nazionale Garanzia Giovani, con lo scopo di presentare un report sulle misure realizzate finora nella provincia di Imperia, dopo oltre un anno dall'avvio dell'attività

garanzia

Si è svolto oggi, presso l’aula magna della Scuola Edile di Imperia, l’incontro per discutere sul programma nazionale Garanzia Giovani, con lo scopo di presentare un report sulle misure realizzate finora nella provincia di Imperia, dopo oltre un anno dall’avvio dell’attività.

Sono circa 22 mila, per l’esattezza 21.840, le registrazioni al Piano garanzia Giovani in Liguria e oltre 25 mila le adesioni in cui rientrano anche oltre 4 mila giovani non liguri, che si sono quindi iscritti da fuori regione. Sono alcuni dei dati emersi questa mattina durante il workshop. Attraverso i Centri per l’impiego, 13.401 giovani liguri hanno effettuato un primo colloquio conoscitivo e in 13.017 hanno già stipulato un patto di servizio che certifica la presa in carico, a cui poi seguirà l’offerta di una soluzione tra quelle previste da Garanzia Giovani. Solo nella provincia di Imperia sono già stati stipulati 1.409 contratti di servizio. Inoltre, a livello regionale, sono oltre 7 mila i percorsi del Piano che si sono concretizzati nel 45% dei casi in contratti di lavoro a tempo determinato – per un totale di 3.180 -, nel 25,4% in apprendistato professionalizzante – 1.788 -, nel 13% dei casi in tirocini – 916 – e nell’11,6% dei casi in contratti a tempo indeterminato – 817 –. Le percentuali regionali si ritrovano anche nel trend provinciale di Imperia dove i contratti a tempo determinato sono stati 364, 90 a tempo indeterminato, 226 di apprendistato e 94 di tirocinio.

Presenti in aula Riccardo Littardi, Presidente SEI-CPT e capofila ATS GAranzia Giovani Imperia, e Fabio Natta, Presidente della Provincia di Imperia, che hanno dato avvio all’incontro.

Di seguito ci sono stati gli interventi di diversi relatori: Lucia Baudo, Dirigente Servizi per l’Impiego della Provincia di Imperia, Stefano Rossetto, Vicedirettore Conform S.r.l. Genova, Marco Golino, Direttore C.P.F.P. Pastore di Imperia, Marco Gaione, Amministratore Unico Conform S.r.l. Genova, Massimo Vergassola, Direttore Cescot, Daniela Ebano, Camera delle Riviere di Liguria, Remo Rimotti, Dirigente Settore Politiche del Lavoro della Regione Liguria, Ilaria Cavo, Assessore alla Comunicazione, Formazione, Politiche Giovanili e Culturali della Regione Liguria, e Giovanni Berrino, Assessore alle Politiche dell’Occupazione, Trasposti, Turismo e Personale della Regione Liguria. Moderatore dell’evento Alessio Saso, Coordinatore Servizi per l’Impiego della Provincia di Imperia.

FRANCESO CASTELLARO, DIRETTORE DELLA SCUOLA EDILE DI IMPERIA

Una giornata importante. Oggi presentiamo il report su tutte le attività che sono state realizzate fino ad ora, nell’ambito del programma nazionale Garanzia Giovani, nella nostra provincia. Abbiamo organizzato questa giornata insieme ai Centri per l’Impiego della provincia di Imperia e la nostra ATS, che è composta da una serie di enti di formazione, agenzie per il lavoro e associazioni di categoria. Abbiamo invitato una serie di relatori da tutta la regione Liguria, parteciperà l‘assessore regionale Gianni Berrino. Parteciperà anche il dirigente regionale Remo Rimotti. Tutta la compagine dell’ATS Garanzia Giovani farà un intervento legato alle misure che aveva in carico, quindi l’orientamento specialistico, il tirocinio, la parte legata alla formazione, e i Servizi per l’Impiego presenteranno tutta la parte che è stata fatta di orientamento, accoglienza e presa in carico dei partecipanti all’iniziativa. Tutto questo sarà moderato dal coordinatore dei Centri per l’Impiego della Provincia di Imperia, il dottor Alessio Saso“.

https://www.youtube.com/watch?v=mXaGsW_g8DY

GIANNI BERRINO, ASSESSORE REGIONALE ALLA COMUNICAZIONE, TRASPORTI E PERSONALE

In Liguria il bilancio è stato molto positivo. Devo dire che a livello nazionale ha avuto successo e in Liguria ha avuto particolarmente successo. Infatti abbiamo dovuto rimodulare, dopo i primi sei mesi, perché alcune misure avevano subito raggiunto la pienezza di ragazzi che potevano partecipare, come ad esempio gli stage e il servizio civile, quindi in Liguria è stato un successo. Il governo ci ha anche premiato per questo, dandoci l’opportunità ulteriore di spendere altri soldi, proprio da investire in Garanzia Giovani, quindi diciamo che il bilancio è estremamente positivo. Adesso rimangono le domande e i dubbi sul finanziamento della seconda fase di Garanzia Giovani. Noi riteniamo che è un progetto che debba essere nuovamente proposto, perché ha dato modo a molti giovani di avvicinarsi al mondo del lavoro, e anche a molte aziende di confermare, dopo gli stage, i ragazzi a lavorare. Quindi un’esperienza positiva e sicuramente da rifare

Quali sono i vantaggi di questo progetto, sia per chi cerca lavoro sia per chi vuole assumere?

“I vantaggi di questo progetto essenzialmente sono dati dal fatto che la Commissione Europea, quindi l’Unione Europea, ha stanziato un fondo cospicuo, solo per la Liguria montava a 27 milioni, e quindi la Regione ha potuto fare un piano di “aiuto”, che poi è stato chiamato Garanzia Giovani, proprio per far sì che gli stage venissero direttamente pagati coi fondi europei e che le aziende avessero benefici, in termini economici, nell’assumere, anche se solo temporaneamente, i giovani, e poi tutte le altre misure. Il vantaggio è stato quello di avere molti fondi per fare un piano dedicato essenzialmente ai giovani”.

Quindi questo piano funziona?

“Questo piano funziona. Naturalmente ha bisogno di alcuni aggiustamenti, soprattutto per andare incontro alle esigenze dei giovani da una parte, ma nel favorire poi le assunzioni a titolo definitivo dall’altra.

https://www.youtube.com/watch?v=RuIC6Vc2cPU

ALESSIO SASO, MODERATORE DELL’INCONTRO

Quali sono le aspettative dei giovani? Come si può migliorare questo progetto?

Senz’altro è stato un progetto che ha dato una risposta a parte delle richieste soprattutto naturalmente di formazione e di lavoro dei nostri giovaniLe aspettative che si sono create sono molto alte, perché adesso ci sono tanti ragazzi in attesa di avere un risposta o di formazione o di tirocinio o di inserimento lavorativo. Quindi bisognerà continuare a finanziare il progetto, essere più rapidi nel portare a compimento il percorso e rivolgersi anche a tutte quelle iniziative di alta imprenditoria sostenuta, che possano dare ai giovani la possibilità di intraprendere un’impresa nuova, con i loro mezzi, ma anche sostenuti sicuramente dal programma Garanzia Giovani. Secondo me sono queste le modalità con cui possiamo migliorare l’offerta di questo progetto: con la velocità nell’inserimento lavorativo formativo, rifinanziandolo adeguatamente, dando anche uno spunto ai giovani sull’auto-imprenditoria. Questo perché innegabilmente la nostra provincia ha bisogno di essere rivitalizzata, da un punto di vista imprenditoriale, altrimenti i lavori non nascono nei prati. Molti giovani hanno delle buone idee e bisogna sostenerle per portarle a compimento“.

https://www.youtube.com/watch?v=CqrawShhdQQ

Condividi questo articolo: