DIANO MARINA. VIOLENZA SESSUALE SULLA DONNA DELLE PULIZIE, AGENTE IMMOBILIARE CONDANNATO A DUE ANNI DI CARCERE/ LA SENTENZA

Attualità Home

Il pubblico Ministero Lorenzo Fornace al termine della sua requisitoria ha chiesto la condanna a tre anni e un mese di carcere.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

16731939_10210382765899423_906073818_o (1)

Due anni di carcere (pena sospesa). E’ questa la sentenza appena pronunciata dal collegio giudicante composto dai giudici: Ascheri, Ceccardi e Trevia nei confronti di C.R., 78 anni, ex agente immobiliare accusato di violenza sessuale nei confronti della sua ex collaboratrice domestica, una donna dell’est Europa di circa 40 anni. Il pubblico Ministero Lorenzo Fornace al termine della sua requisitoria ha chiesto la condanna a tre anni e un mese di carcere. Secondo l’accusa l’uomo avrebbe compiuto inequivocabili atti sessuali di fronte alla donna. L’uomo, difeso dall’avvocato Andrea Fanelli di Torino, ha sempre respinto ogni addebito. 

I fatti risalgono al 2012 quando l`uomo ha avuto la necessità di “assumere”, la donna veniva pagata in nero, una collaboratrice domestica perché occupato ad accudire la moglie ricoverata in ospedale.

Nel dettaglio la donna,  sentita dai giudici durante la scorsa udienza, ha raccontato che all’epoca dei fatti svolgeva i lavori di pulizia all’interno dell’agenzia e che un giorno l’uomo l’ha portata a casa sua per effettuare un’ora di pulizie, anche se poi restarono insieme 4 ore, e che ad un certo punto l’agente immobiliare la avrebbe palpeggiata nelle parti intime.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!