Home, Imperia — 18 marzo 2017 alle 15:02

IMPERIA. RFI CHIEDE DI ABBATTERE 100 PINI LUNGO L’EX FERROVIA. STOP DELLA COMMISSIONE PAESAGGIO. PARLA IL PRESIDENTE: “DECISIONE PRESA PERCHE’…”/IL CASO

“Al fine di comprendere e dissipare ogni dubbio in relazione al Parere Espresso dalla Commissione Locale per il Paesaggio, riunitasi il giorno 13 marzo 2016, in riferimento alla richiesta di Autorizzazione Paesaggistica di RFI per…”

di Redazione

commissione replica rfi pini

Claudio Bottero, presidente della Commissione Paesaggio del Comune di Imperia, ha inviato una nota stampa, a titolo personale (non espressione, dunque degli altri membri della Commissione) in merito al parere espresso sul progetto presentato da Rfi che prevede l’abbattimento di un centinaio di pini marittimi lungo l’ex ferrovia, nel tratto tra il Catasto e l’ex stazione di Porto Maurizio.

“Al fine di comprendere e dissipare ogni dubbio in relazione al Parere Espresso dalla Commissione Locale per il Paesaggio, riunitasi il giorno 13 marzo 2016, in riferimento alla richiesta di Autorizzazione Paesaggistica di RFI per abbattimento di circa 100 alberi lungo l’ex sedime ferroviario – scrive Bottero – si riporta integralmente il testo del parere ( scaricabile dal sito del Comune Albo Pretorio On LINE )

rfi

Ciò posto, la Commissione ha la funzione di valutare, per quanto possibile, l’ oggettiva tutela e valorizzazione del paesaggio, salvaguardando i valori che esso esprime quali manifestazioni identitarie percepibili. Ogni parere è volto a migliorare, identificare, valorizzare l’ intervento nell’ ambito di riferimento ancor più su temi di meritevole approfondimento culturale, storico, artistico, testimoniale che rivestano un interesse particolarmente importante a causa della loro relazione con la storia politica, militare, letteraria, dell’arte e della cultura in genere, ovvero quali testimonianze dell’identità e della storia delle istituzioni pubbliche, collettive o religiose.

Nello specifico la Commissione ha valutato gli elementi paesaggistici che, per l’elevata estensione territoriale dell’ intervento, avrebbero inevitabilmente prodotto conseguenze rilevanti sul paesaggio urbano nel più ampio contesto storico, culturale ed artistico.
La Commissione non ha mancato di sottolineare l’ OBBLIGO DELLA RIMOZIONE di essenze ad ELEVATA PROPENSIONE AL CEDIMENTO :

“…………fermo restando l’ obbligo della messa in sicurezza dei luoghi in conseguenza dell’ elevato grado di pericolosità delle essenze , così come dichiarato dalle perizie allegate,……..”

Si rimarca che il Comune di Imperia consente a tutti (Enti pubblici e privati, cittadini, ecc.) di operare d’urgenza per l’eliminazione delle situazioni di pericolo mediante una procedura specifica ai sensi dell’art.12 del Regolamento Edilizio Comunale che non necessita di autorizzazione preventiva alcuna e precisamente:

ART.12— INTERVENTI URGENTI
Gli interventi che si rendano necessari per evitare pericoli imminenti per l’incolumità delle persone possono essere eseguiti senza preventiva comunicazione o autorizzazione o concessione edilizia, ma sotto la personale responsabilità del proprietario o del conduttore, anche per quanto riguarda l’effettività del peri colo.
E’ fatto obbligo al proprietario di dare immediata segnalazione dei lavori al Sindaco e di presentare, entro dieci giorni dall’inizio di questi ultimi la domanda di autorizzazione o concessione corredata dei documenti richiesti

IL SINDACO DI IMPERIA aveva già ritenuto di far eseguire, con ASSOLUTA URGENZA, tutte le opere di messa in sicurezza ed eliminazione dei pericoli immediati lungo l’ ex tracciato ferroviario, in particolare per il tratto interessato dalla richiesta di RFI, emanando due ORDINANZE SINDACALI, precisamente la n. 265/16 e la n. 405/2016, sottolineando gli OBBLIGHI e le responsabilità civili e penali della Proprietà e dell’ Ente Preposto alla Vigilanza .

 
 
 
POPUPOKLANT