IMPERIA. UN MURALES PER DIRE NO AL BULLISMO. GLI STUDENTI DEL LICEO ARTISTICO ALL’OPERA AL CAMPETTO DELLE EX FERRIERE:”LA FORZA DELLO SPORT VINCE SU TUTTO”/FOTO E VIDEO

Home Imperia

Il progetto è promosso dall’Associazione Genitori @ttivi, in collaborazione con le scuole Sei-Cpt Scuola Edile e Liceo Artistico di Imperia.

collage_murales_bullismo

Prende forma il murales a tema “Lo sport contro il bullismo” al campetto delle Ex Ferriere. Il progetto è promosso dall’Associazione Genitori @ttivi, in collaborazione con le scuole Sei-Cpt Scuola Edile e Liceo Artistico di Imperia.

Inizialmente, gli studenti della Scuola Edile hanno preparato il muro del campetto in via Gibelli, e adesso, i ragazzi del Liceo Artistico si stanno apprestando a decorarlo, seguendo il modello scelto a votazione dal Consiglio Comunale dei Ragazzi, dai rappresentati dell’Istituto Ipsia G. Marconi e dall’artista imperiese MrFijodor.

Il fine del lavoro non è solo quello di valorizzare il luogo che, a seguito della riapertura avvenuta 5 mesi fa, dopo i lavori di ristrutturazione, ha subito alcuni danni, ma anche quello di sensibilizzare le persone sul delicato tema del bullismo.

Sponsor del progetto sono ProjectEasy, che ha fornito i materiali, Malì Parrucchieri Imperia, In.net sas, Teatro Impertinente e Associazione Culturale Ludo Ergo Sum – Tana dei Goblin e BMC Mastri Comunicatori, che si occupa di realizzare un video che verrà proiettato alla giornata di inaugurazione.

LAURA COMOLLO, PROFESSORESSA LICEO ARTISTICO

“Gli studenti del Liceo Artistico stanno lavorando già da una settimana. I committenti ci hanno chiesto di realizzare un murales che rappresentasse la forza dello sport che vince sul bullismo, sulle forze negative che impediscono la socialità tra ragazzi, bambini e anche tra gli adulti.

I bambini e i ragazzi delle scuole qua davanti e di tutte le scuole di Imperia hanno deciso di realizzare questo cartone. Si tratta di un cartone fumettistico, “fumettoso”, dove i ruoli cattivi sono evidenti e di facile comprensione per tutti i bimbi.

Al centro c’è la figura più bassa e più grande con cui tutti i ragazzi e i bambini dovrebbero identificarsi e avere empatia verso chi è in uno stato di aggressione. La scritta finale che andrà a completare tutto l’insieme è ‘sei tu che decide chi vince’.

È una richiesta di partecipazione, dove si chiede a ognuno di noi di partecipare a opporsi alla violenza e all’aggressività che c’è nel bullismo che c’è in tutte le forme di socialità. Direi che anche noi adulti dovremmo farne tesoro”.

[wzslider autoplay=”true” interval=”6000″ transition=”‘slide'” lightbox=”true”]

Segui Imperiapost anche su: