Home, Imperia — 9 gennaio 2018 alle 13:47

IMPERIA. PISCINA COMUNALE SOTTO SEQUESTRO. CAPACCI:”FATTO GRAVISSIMO, SONO MOLTO PREOCCUPATO, SE LA GESTIONE É QUESTA…”/ IL COMMENTO

L’ipotesi di reato è di disastro ambientale. Al momento il reato è a carico di ignoti, ma non è escluso che nelle prossime ore possano essere iscritti alcuni nomi nel registro degli indagati.

di Redazione

capacci piscina

“È un fatto gravissimo, il comune farà le azioni di sua competenza - è questo il commento del sindaco Carlo Capacci a seguito del sequestro preventivo disposto dalla Procura della Repubblica di Imperia della piscina comunale “Felice Cascione” gestita dalla società sportiva Rari Nantes Imperia cui presidente è il commercialista ed ex vice sindaco Rodolfo Leone. All’interno della struttura, i periti della Procura (QUI la relazione) hanno riscontrato la presenza del batterio “Legionella Pneumophila”oltre 250 volte superiore al normale. Secondo i periti della Procura:L’impianto natatorio è condotto in maniera non adeguata a garantire le condizioni minime di igiene, salubrità e sicurezza“.

“Tra il Comune e la società – prosegue Capacci – c’è un contratto che prevede delle clausole e dei requisiti, ora aspettiamo che ci venga notificato il verbale da parte degli enti preposti così da valutare la situazione e prendere i provvedimenti del caso. Sono molto preoccupato per la situazione e per la salute dei mie concittadini. Vagliate una possibile revoca? Se il risultato della gestione questa, non escludo nulla”. 

L’ipotesi di reato è di disastro ambientale. Al momento il reato è a carico di ignoti, ma non è escluso che nelle prossime ore possano essere iscritti alcuni nomi nel registro degli indagati.

 
 
 
ITALIE_PC_1980X1080-imperiapost_new