IMPERIA: INCIDENTI STRADALI IN CALO IN CORSO GARIBALDI, DECISIVO IL SEMAFORO DI VIA PIRINOLI. CAPACCI:”LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO”

Home Imperia

Grazie alla semaforizzazione dell’incrocio tra via Pirinoli e corso Garibaldi, la media degli incidenti stradali è passata da 3 sinistri con feriti all’anno a uno solo in due anni.

amministrazione-capacci-semaforo-via-pirinoli-corso-garibaldi-incidente-stradale

Grazie alla semaforizzazione dell’incrocio tra via Pirinoli e corso Garibaldi, la media degli incidenti stradali è passata da 3 sinistri con feriti all’anno a uno solo in due anni.

È questo uno dei dati emersi dalla “Relazione di fine mandato” redatta dal sindaco Carlo Capacci, pubblicata pochi giorni fa sul sito del Comune, riguardante gli anni 2013-2018.

La relazione di fine mandato dell’amministrazione Capacci

L’attuale amministrazione sta per giungere al termine e le elezioni comunali sono in programma per il prossimo 10 giugno 2018. Come di consueto, quindi, si tirano le somme sulle attività svolte e i progetti portati a termine durante il periodo di mandato.

La sicurezza stradale, l’incrocio via Pirinoli – Corso Garibaldi

Tra i diversi punti toccati, la relazione si sofferma sul tema della sicurezza stradale e fa riferimento alla novità introdotta all’intersezione tra via Pirinoli e corso Garibaldi, con l’istallazione dei semafori.

Nel dettaglio, i semafori, attivati nel febbraio 2016, sono stati pensati per rendere più sicura la zona, essendo stata più volte teatro di scontri e incidenti stradali. Come riporta la relazione “la media dei sinistri nell’incrocio in questione era di circa tre incidenti all’anno con feriti. Dopo la collocazione del semaforo si è accertato un solo incidente con lesioni in due anni”.

Il commento del sindaco Capacci

“Tutte le modifiche sono realizzate con lo scopo di migliorare la viabilità e garantire la sicurezzacommenta il sindaco Capacci – quindi quando le cose funzionano non può che far piacere”.

 

Clicca qui, per la relazione integrale.

Gli altri articoli sulla Relazione di fine mandato:

 

Segui Imperiapost anche su: