SOVRAFFOLLAMENTO NEI REPARTI PSICHIATRICI, LA CISL MEDICI LIGURIA:”PERICOLO PER I DEGENTI E PER GLI OPERATORI, LA REGIONE INTERVENGA”

Attualità Home

La CISL Medici Liguria condivide la lettera della CISL FP di Imperia sulla situazione nei reparti psichiatrici della regione

cisl medici liguria regione psichiatria ospedale

La CISL Medici Liguria condivide la lettera della CISL FP di Imperia sulla situazione nei reparti psichiatrici della regione.

La nota stampa della CISL Medici Liguria

 

“Ormai troppo spesso, dopo la chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari, non essendovi adeguata capienza nelle strutture sostitutive (REMS – Residenza per l’Esecuzione della Misura di Sicurezza), i Reparti Psichiatrici d’urgenza vengono usati impropriamente come luoghi alternativi per l’esecuzione delle misure di sicurezza.

Accade così che soggetti che abbiano commesso dei reati si ritrovino vicino a pazienti minorenni la cui presenza nei reparti psichiatrici, per mancanza di strutture ad hoc nella nostra regione, è sempre più numerosa.

E’ facile immaginare come questa situazione crei pericolo per i degenti e per gli operatori sanitari, i quali per legge, non possono e non devono svolgere funzioni di agenti penitenziari. In passato, inoltre, si sono verificati episodi di violenza e aggressioni a danno dei colleghi psichiatri e di altri operatori sanitari in alcuni casi anche mortali.

La CISL Medici Liguria chiede, pertanto, l’adeguamento alle misure di sicurezza fino ad oggi promesso e puntualmente disatteso dalle istituzioni. Auspichiamo che la Regione si faccia promotrice di queste istanze per risolvere al più presto le gravi carenze strutturali nell’interesse dei pazienti e degli operatori sanitari, in modo da garantire il massimo delle tutele alle persone che soffrono di disturbi psichici e di rendere appropriate le degenze nei Reparti Psichiatrici”.

Segui Imperiapost anche su: