24 Luglio 2024 04:35

Cerca
Close this search box.

24 Luglio 2024 04:35

IMPERIA: DÀ DI MATTO AL CONAD DI ONEGLIA. BOTTE AL DIRETTORE E A TRE AGENTI DI POLIZIA, 30ENNE IN MANETTE/I DETTAGLI

In breve: Un agente di Polizia fuori servizio ha cercato di bloccare l'aggressore, ma è stato colpito al volto con un pugno che gli ha provocato la rottura del setto nasale (prognosi 30 giorni)

arresto conad oneglia imperia

È accaduto ieri sera, al Conad di Oneglia (e non in quello di Caramagna come erroneamente scritto in un primo momento), quando un cittadino tunisino, in possesso di regolare permesso di soggiorno, iniziava una colluttazione all’interno del supermercato.

Lo straniero, classe 1988, si accingeva alla cassa per il pagamento di alcune bottiglie di birra. La cassiera e il direttore del supermercato si accorgevano del suo evidente stato di alterazione alcolica, tradito sia dai suoi atteggiamenti che dal forte odore di alcool. Probabilmente a causa del suo stato di non lucidità, lo straniero, senza motivo alcuno, iniziava a spintonare il direttore per poi sferrargli un pugno al volto.

l’intervento di un operatore di Polizia fuori servizio

Un operatore di polizia libero dal servizio, che si trovava in coda alla medesima cassa, dopo aver chiesto l’ausilio della Volante, si qualificava esibendo il distintivo e interveniva in soccorso del direttore, avvicinandosi allo straniero nel tentativo di contenerlo.

Questi, anziché desistere, si accaniva nei confronti del poliziotto, colpendolo con pugni al volto e calci. L’operatore di polizia riusciva con non poca fatica a contenerlo, in attesa dell’arrivo dei colleghi della Volante che immobilizzavano l’uomo e lo portavano in Questura.

A causa della colluttazione, il poliziotto intervenuto per primo riportava una frattura dell’osso nasale giudicata guaribile dai sanitari del pronto soccorso in 30 gg.; 10 invece i giorni di prognosi refertati al direttore per le lesioni subite. Anche gli operatori della Volante riportavano contusioni minori causate dallo straniero che non cessava la sua condotta violenta nemmeno dopo essere salito in auto, sbattendo di proposito la testa contro il finestrino e fingendo uno svenimento.

L’aggressore positivo all’alcol test

Trasportato al pronto soccorso, lo stranierò risultava essere positivo all’alcol test con un tasso alcolico nel sangue di 2.26 gr/l, ben superiore al limite ammesso per legge (0.5 gr/l).

L’uomo veniva quindi tratto in arresto per i reati di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa dell’udienza che si terrà domani presso il Tribunale di Imperia.

 

Condividi questo articolo: