INCENDI DOLOSI IN PROVINCIA DI IMPERIA – LE CONTROMISURE ASSUNTE DALLA PREFETTURA A SEGUITO DEL SUMMIT ODIERNO

Attualità Home

AUTO INCENDIATE

IMPERIA – Nella mattinata odierna, presieduta dal Prefetto, alla presenza del Sostituto Procuratore della Repubblica di Imperia, Dr. Roberto Cavallone, del Questore, Dr. Pasquale Zazzaro , dei vertici provinciali della Forze di Polizia oltre che del Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco si è svolta una Riunione Tecnica di Coordinamento delle Forze di Polizia per un esame della situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nella provincia, con particolare riferimento ai recenti episodi incendiari verificatisi nel ponente ligure, in particolare nella zona di Sanremo – Taggia – Ventimiglia.

Tali episodi, che presentano connotazioni diversificate quanto a modalità ed obiettivi, sono stati ampiamente posti in risalto dalla stampa locale, che ha evidenziato, tra l’altro, il diffondersi nell’opinione pubblica di crescente preoccupazione per l’incremento di siffatta tipologia di reati.

Il fenomeno degli incendi dolosi pur avendo registrato un netto decremento nel 2013 rispetto all’anno precedente, anche in ragione dei positivi risultati conseguiti dalle Forze di Polizia sul piano della repressione e contrasto dei reati, nei primi mesi del corrente anno ha effettivamente evidenziato un’inversione del trend. Per tali motivi in questo momento particolare massimo è il livello di attenzione istituzionale attraverso l’attività del tavolo interforze, con un costante monitoraggio degli episodi e delle risultanze di indagine e con l’intensificazione delle attività di prevenzione generale a cura delle Forze di Polizia attraverso mirati servizi di controllo del territori nelle aree risultate più sensibili a tale fenomenologia criminale.

Nel contempo il Prefetto ha provveduto a sensibilizzare i sindaci delle località più esposte sulla necessità di potenziare i sistemi di video-sorveglianza esistenti e a coinvolgere, nel corso di un apposito incontro, le associazioni di categoria sull’implementazione di presidi di difesa passiva a tutela degli esercizi pubblici.

Nel corso della riunione odierna, che segue ad analoghe iniziative assunte da questa Prefettura a livello interforze nell’arco degli ultimi mesi, sono state attentamente esaminate e valutate, sulla scorte delle attuali risultanze di indagine e acquisendo il contributo della Procura della Repubblica intervenuta, le possibili ipotesi sui singoli fatti, occorsi in danno di autovetture ed esercizi commerciali ed ancora al vaglio degli investigatori.

E’ infatti in corso una intensa attività di indagine, anche in forma coordinata, volta ad acclararne l’effettiva natura, nonché, per alcuni episodi, l’eventuale profilo di contiguità con gli ambienti della criminalità organizzata locale.

L’attenzione delle istituzioni è comunque rivolta a tutti gli indicatori utili rinvenibili sul territorio.

Nel corso della riunione odierna è stato deciso un ulteriore impulso all’attività delle Forze di Polizia, attraverso l’intensificazione di servizi coordinati di controllo del territorio, specie nelle ore notturne, con l’implementazione delle pattuglie della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri.

In tale contesto Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza in adesione alla richiesta del Questore ha messo a disposizione numerosi equipaggi provenienti dal Reparto di Prevenzione Crimine Liguria di Genova per incrementare i servizi di controllo del territorio. Nel contempo è stato disposto l’innalzamento del profilo info-investigativo al fine di individuare eventuali segnali o indicatori prodromici del fenomeno.

C.S.