Sanremo 2019: Negrita, Ruggeri e Roy Paci. “Fare rock comporta sacrifici, ma i giovani non devono mollare”

Sanremo 2019

“Verrebbe da dire “smettete subito” a chi vuole fare rock adesso, ma l’hanno detto anche a noi all’inizio e non li abbiamo ascoltati ed eccoci qua”. È questo l’appello dei Negrita ai giovani che vogliono fare musica oggi, in particolare il rock, durante la conferenza stampa post terza serata del Festival di Sanremo 2019. In sala stampa, insieme a loro, anche Enrico Ruggeri e Roy Paci.

Sanremo 2019: Negrita con “I ragazzi stanno bene”

Sanremo 2019: il ritorno dei Negrita dopo 16 anni

“Abbiamo acquisito più esperienza e consapevolezza. Il nostro primo best è uscito nel 2003 proprio in coincidenza con il Festival di Sanremo, da lì è esplosa la nostra seconda vita, grazie anche a Roy Paci. Claudio ci aveva chiamato anche l’anno scorso ma l’avevamo rimbalzato. Quest’anno abbiamo deciso di farci un bagno di riflettori. Abbiamo passato 16 anni da outsider, perché lo siamo.

Abbiamo voluto portare un pezzo sulla speranza per la generazione che verrà”.

“Sanremo è come una festa scolastica dove ci si rivede – afferma Ruggeri – dal punto di vista umano è spettacolare”. 

Duetto con Enrico Ruggeri e Roy Paci

“Quest’anno non si canta una cover, ma si chiede all’ospite di cantare un pezzo tuo – spiegano i Negrita – quindi è come fare un omaggio a noi”.

Rock

“Se qualcuno vuole fare rock, deve sapere che è una vita di sacrifici e di stenti, ma, se si ha coraggio e si va avanti, questa attitudine regala le soddisfazioni migliori. Verrebbe da dire “smettete subito”, ma l’hanno detto anche a noi all’inizio e non li abbiamo ascoltati ed eccoci qua”.

La diretta in sala stampa

#Negrita #RoyPaci #EnricoRuggeri a #Sanremo2019

Pubblicato da Imperiapost.it su Venerdì 8 febbraio 2019