“Vogliamo l’Ospedale Unico”: Scajola e i Sindaci del Distretto Socio Sanitario imperiese escono allo scoperto

Attualità Imperia

La presa di posizione nel documento approvato dal Distretto in vista della Conferenza dei Sindaci dell’Asl 1 in programma lunedì 11 febbraio.

Si torna a parlare concretamente, a Imperia, dell’Ospedale Unico. Oggi, lunedì 11 febbraio, presso il Comune di Sanremo, si terrà l’assemblea dei Sindaci dell’Asl 1 e l’oggetto dell’incontro sarà proprio l’Ospedale Unico (che dovrebbe sorgere a Taggia secondo il progetto originario, in stallo ormai da anni), alla presenza anche dell’assessore regionale alla sanità Sonia Viale.

Un primo passo significativo arriva dal distretto sociosanitario n° 3, con capofila il Comune di Imperia, che nell’ultima conferenza dei Sindaci, riunitasi il 5 febbraio, ha approvato un documento attraverso il quale esprime chiaramente il proprio gradimento per il progetto dell’Ospedale unico, con richiesta ufficiale, alla Regione Liguria, per attivarsi celermente. 

Sanità: il Distretto Socio Sanitario imperiese esce alla scoperto. “Vogliamo l’ospedale unico”

Al termine dell’assemblea i Sindaci hanno approvato un documento che il presidente del Distretto, Luca Volpe, assessore del Comune di Imperia, consegnerà all’assemblea dei Sindaci dell’Asl 1 imperiese.

Del distretto sociosanitario n° 3 fanno parte, lo ricordiamo, i Comuni di: Armo, Aquila d’Arroscia, Aurigo, Borghetto d’Arroscia, Borgomaro, Caravonica, Cervo, Cesio, Chiusanico, Chiusavecchia, Cipressa, Civezza, Cosio D’Arroscia, Costarainera, Diano Arentino, Diano Castello, Diano Marina, Diano San Pietro, Dolcedo, Imperia, Lucinasco, Mendatica, Montegrosso Pian Latte, Pietrabruna, Pieve di Teco, Pontedassio, Pornassio, Prelà, Ranzo, Rezzo, San Bartolomeo al Mare, San Lorenzo al Mare, Vasia, Vessalico, Villa Faraldi.

Il documento

  • In merito al percorso di realizzazione dell’Ospedale nuovo vi è una comunione di intenti e pertanto si richiede un impegno forte da parte della Regione Liguria, affinchè le procedure vengano avviate in tempi rapidi e si traccino in modo chiaro le modalità di attuazione e di reperimento dei finanziamenti necessari per la realizzazione;
  • In merito alla riorganizzazione ospedaliera questo DSS 3 aveva già consegnato al Presidente della Conferenza dei Sindaci dell’ASL 1 il proprio documento in occasione dell’ultimo Comitato di Rappresentanza tenutosi il 19 settembre 2018, confermano la necessità da parte della Regione Liguria di fornire chiarimenti sulle richieste fatte al Governo in merito alla diversa applicazione nel nostro territorio del Decreto Balduzzi;
  • Ritengono sia necessario riprendere nuovamente la problematica della riabilitazione nella nostra provincia e richiedono urgentemente la definizione del piano per la riabilitazione anche in riferimento alla D.G.R. e 329 del 11/05/2018 e alla determina del Commissario Straordinario A.R.S. Liguria n° 72 del 16 giugno 2016 sul fabbisogno dei posti letto di riabilitazione ospedaliera dove per la ASL n° I veniva indicata una carenza di 96 posti letto;

A riguardo Luca Volpe, contattato da ImperiaPost, ha dichiarato: Abbiamo ribadito la volontà di arrivare in tempi certi alla realizzazione dell’Ospedale Unico. Non ci si può più nascondere. Ci siamo resi conto, cittadini, amministratori, che il sistema sanitario ha bisogno di un’ottimizzazione delle risorse. Noi come Distretto vogliamo l’Ospedale Unico, vogliamo un Ospedale di eccellenza. Ora ci dicano come vogliono costruirlo”.

 

Segui Imperiapost anche su: