Imperia, modifiche all’ordine del giorno del Consiglio. Abbo, Savioli e Gatti abbandonano la conferenza capigruppo:”Convocazione illegittima, nessuna motivazione di urgenza”

Consigli comunali

I consiglieri di minoranza Guido Abbo (Imperia al Centro), Alessandro Savioli (Progetto Imperia) e Monica Gatti (Lega) hanno lasciato la conferenza capigruppo convocata d’urgenza nel pomeriggio di oggi.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

La conferenza che si sta tenendo è illegittima, perché non poteva essere convocata con motivi di urgenza, non esistendo questi motivi“. È questo il motivo per cui i consiglieri di minoranza Guido Abbo (Imperia al Centro), Alessandro Savioli (Progetto Imperia) e Monica Gatti (Lega) hanno lasciato la conferenza capigruppo convocata d’urgenza nel pomeriggio di oggi.

La conferenza capigruppo è stata convocata al fine di discutere la modifica dell’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale, convocato per il prossimo venerdì 22 febbraio, già approvato dalla conferenza capigruppo tenutasi giovedì 14 febbraio, con la rimozione della pratica riguardante il tema del porta a porta.

Guido Abbo

“Sono venuto per capire quali fossero le motivazioni di urgenza – ha affermato il consigliere Abbo all’uscita dalla conferenza capigruppo – Ho assistito a una serie di tentativi di arrampicata di specchi senza ventose, per giustificare motivi di urgenza che non sussistono. Secondo me la conferenza che si sta tenendo è illegittima, perché non poteva essere convocata con motivi di urgenza, non esistendo questi motivi.

Secondo me il consiglio del giorno 22 si deve tenere con lo stesso ordine del giorno approvato. Se il consigliere Baldassarre vuole rimuovere la sua mozione ne ha diritto.

C’è la prassi di arrivare alla conferenza capigruppo con le pratiche già approvate in giunta. Nella conferenza capigruppo non si esaminano le pratiche, ma si può avere un’idea se è presente. Dicono che la bozza di delibera è cambiata, ma ciò non giustifica alcuna urgenza, perché la documentazione per il consiglio del 22 ha ancora tempo per cambiarla oggi. La fascetta della pratica, inoltre, non era completa, perché mancavano gli allegati. I documenti ce li consegnano in una seconda fase.

La vera motivazione di tutto questo? La mozione sull’ambiente è un tema importante. Probabilmente vogliono lasciare il punto sul piano dell’equilibrio in pace, rispetto ad altri temi su cui l’amministrazione è meno solida. Legittimo, ma bisogna che si mettano d’accordo prima.

Andrò al Consiglio Comunale anche se la conferenza capigruppo dovesse cambiare l’ordine del giorno. Il punto sul piano di riequilibrio è importante, mi dispiace che questa polemica si sia creata. Non sono d’accordo a procedere con questo metodo perché creerebbe un precedente. La conferenza capigruppo è sovrana, così come il Consiglio Comunale. È una mancanza di rispetto. Non farò esposti, non è nella mia natura, però devo dire quello che penso”.

Alessandro Savioli

“L’ordine è stato votato nella precedente conferenza capigruppo. A seguito di quello è stato convocato un consiglio comunale per il 22 con 4 punti all’ordine del giorno. Quello è l’unico legittimo, quindi la conferenza capigruppo che si sta svolgendo ora la riteniamo illegittima e priva di fondamento, perché di urgente non ha nulla”.

Monica Gatti

“Nella conferenza capigruppo abbiamo anche discusso sui tempi di discussione e avendo inserito il punto relativo all’ambiente, avendo convocato il consiglio alle 15, ci sarebbe stato tutto il tempo per affrontare la questione. Quindi ritengo che la convocazione di oggi non abbia una motivazione fondata a giustificazione di un’urgenza. Il regolamento delle commissioni consiliari parla chiaro. Il compito della conferenza capigruppo è quello di decidere l’ordine del giorno e non quello di entrare nel merito delle pratiche. Giovedì all’unanimità la conferenza ha votato all’unanimità per discutere i punti all’ordine del giorno”.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!