Imperia: Oneglia, addio parcheggi gratis sul mare. Commercianti in rivolta. “Idea pessima, vogliono mandare via i turisti?”/Il reportage

Attualità Attualità Imperia

A partire dal 1° giugno 2019, sul lungomare di Oneglia i parcheggi saranno a pagamento lato mare e lato monte, sino alla chiesa di Borgo Peri, mentre saranno a pagamento solo sul lato mare fino alla Galeazza.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“Le spiagge sono in pessime condizioni e dovremmo anche far pagare il parcheggio?”, “Sembra che vogliano mandare via i turisti”,“Sarà una crisi per tutti”, “È un’idea terribile che affosserà ancora di più la città”. 

Sono questi solo alcuni dei commenti dei titolari delle attività sul lungomare di Oneglia, tra la spianata Borgo Peri e la Galeazza, in merito alla decisione dell’Amministrazione Scajola di rendere a pagamento 200 parcheggi della zona, durante la stagione estiva.

I timori degli esercenti si concentrano soprattutto sulla ricaduta che questa novità potrebbe avere sulle scelte dei turisti e sulle ripercussioni che potrebbero subire le attività ricettive e di ristorazione. 

Lungomare di Oneglia, parcheggi saranno a pagamento

Nel dettaglio, secondo il nuovo piano parcheggi, a partire dal 1° giugno 2019, i parcheggi saranno a pagamento lato mare e lato monte, sino alla chiesa di Borgo Peri. Da Borgo Peri sino alla Galeazza, invece, saranno a pagamento solo sul lato mare.

La tariffa, in vigore anche nei giorni festivi, dalle 8 alle 19,30, sarà di 1.50 euro, con sconto del 20% per i residenti. 

In totale i parcheggi che diventeranno a pagamento nella stagione estiva sono circa 200.

Addio parcheggi gratuiti a Oneglia: il reportage di ImperiaPost tra i commercianti

Paninoteca

“Non siamo d’accordo, ma purtroppo la decisione è già stata presa, a dimostrazione che i commercianti contano poco e niente”.

Silvia Moretti, Sogni d’Estate

“Non sono d’accordo sui posteggi a pagamento, anche perché era una delle poche zone dove non si pagava. Già nel resto del centro è tutto a pagamento. Chi viene a Imperia per passare le vacanze non dovrebbe spendere un sacco dei soldi per il parcheggio. Già pagano la tassa di soggiorno, almeno il parcheggio dovrebbe essere gratuito secondo me”.

Edicola

“Sarà una botta forte per la zona. C’è una sproporzione tra i parcheggi che rimarranno bianchi e i nuovi blu. A Santo Stefano e a San Lorenzo al Mare ci sono parcheggi blu in riva al mare, ma c’è anche l’alternativa, qui non abbastanza. Speriamo che le associazioni di categoria facciano qualche richiesta e che riescano a far cambiare idea al Comune, perché c’è il rischio di affossare definitivamente la zona”.

Hotel Cristina

“Non abbiamo parcheggi privati, quindi i clienti, oltre la tassa di soggiorno, dovrebbero pagare anche 10 euro al giorno di parcheggio. Non è una bella notizia”.

Andrea Derose, chiosco sulla Spianata

“Sono sconcertato. Capisco che c’è bisogno di soldi, però mi sembra eccessivo. Ci dobbiamo adeguare per forza. In tutte le località turistiche è così, è vero, ma noi di turistico cosa abbiamo? Sono anni che faccio questo mestiere e io ho sempre visto aumentare il degrado. Siamo tutti in crisi.

Inoltre, con lo spostamento di San Giovanni dall’altra parte della banchina si ucciderà completamente questa zona”.

Pennello

“È un problema. Scombussolerà la quotidianità a cui la gente è abituata, la spiaggia libera e il parcheggio libero. Durante i giorni di mercato i posteggi gratuiti saranno occupati in un attimo”.

Marina Corradi, La Scialuppa

“Noi non facciamo pagare il coperto ai clienti, ma il parcheggio, nell’orario di pranzo, lo dovranno pagare. È un’idea incoerente. Mi ha veramente stupito. Imperia non offre niente ai giovani, niente agli anziani, è cara come il fuoco, si paga anche la tassa di soggiorno, le spiagge sono in pessime condizioni e dovremmo anche far pagare il parcheggio ai turisti?”.

Paola Ferrari, chiosco U Tecciu de Mà

“Se le persone pagano il parcheggio spendono meno soldi da noi commercianti. Se si provvederà a mettere delle bus navette gratuite è un discorso, ma così è follia.

Così si fa turismo? Sembra che li vogliano mandare via i turisti. Sono preoccupata a livello lavorativo, sarà una crisi per tutti. Non puoi pagare 6 euro il parcheggio e poi mangiare anche fuori. Siamo tutti scioccati. C’è gente che arriva dalla vallata e l’auto la devono prendere per forza, non tutti possono andare a piedi. È un’idea pessima che affosserà ancora di più la città”.

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!