Imperia: bandiera blu, città divisa. Lo sfogo dell’assessore Gandolfo. “Chi non ama la città per me può emigrare”

Attualità Attualità Imperia

Non sono mancate, a Imperia, le polemiche per l‘assegnazione della bandiera blu. La notizia ha diviso la cittadinanza tra chi ha accolto con entusiasmo il riconoscimento assegnato dalla ong danese Fee alle località costiere con il mare più pulito a chi, invece, ha avanzato dubbi e perplessità. Il motivo? Il fatto che Imperia abbia avuto, nell’ultimo anno, grandi problemi con il depuratore e, contestualmente, le condizioni delle spiagge.

Malumori che hanno indispettito, e non poco, l’assessore all’ambiente del Comune di Imperia Laura Gandolfo che si è sfogata sui social.

Imperia: polemiche per la bandiera blu, lo sfogo dell’assessore Laura Gandolfo

“Quando andavo come un mulo, in contromano per puntiglio, senza fermarmi a ragionare, mio papà mi diceva che ‘la terra ruota da ovest verso est compiendo una rotazione completa in 23 ore, 56 minuti e 4 secondi. Con te, senza di te o contro di te’ – scrive l’assessore sul proprio profilo Facebook – Ecco. A tutti quelli che, invece di festeggiare un bellissimo momento per la città, parlano a vanvera, sparlano (sempre a vanvera), la vogliono vedere affossata, spenta, ferma, ho solo voglia di ricordare che noi andiamo avanti… con voi senza di voi o contro di voi.

Perché stiamo lavorando come mai. Perché faremo anche qualche errore, per carità, avremo ancora cose da sistemare, è innegabile, ma abbiamo anche, e soprattutto, grandi risultati.

Perché siamo una squadra, una bella squadra, tutti, dal sindaco ai consiglieri, ai dirigenti, funzionari e dipendenti.

Perché siamo anche fisicamente stanchi, ma ogni colpo messo a segno è un successo di tutti, nostro, vostro e della città.

Perché sappiamo gioire. Perché io questa città la amo e chi non la ama, per me, può emigrare. 

Buona bandiera blu a tutti!”.