Imperia, porta a porta: mancati ritiri a Costa d’Oneglia, residenti sul piede di guerra. “Problemi di decoro e igiene pubblica, una vergogna”/Le immagini

Attualità Imperia

I residenti di via Padre Montanaro lamentano la mancanza di ritiri da circa una settimana.

“É una vergogna, una situazione indecorosa e poco salutare”. È così che una residente di Costa D’Oneglia commenta i disagi che sta vivendo nell’ambito del servizio di raccolta rifiuti porta a porta.

Il nuovo servizio ha preso il via a Imperia il primo febbraio scorso, ma, come testimoniano le numerose segnalazioni, sono ancora molte le problematiche in essere, sia in centro città sia nelle frazioni.

Costa d’Oneglia: mancati ritiri da una settimana

In particolare, come raccontano i residenti di via Padre Montanaro, da circa una settimana saltano i ritiri di varie tipologie di rifiuto, costringendo gli abitanti a riportare il mastello in casa e aspettare il prossimo appuntamento.

“Abito a Costa d’Oneglia in Via Padre Montanaro – afferma una residente – È quasi una settimana che si accumulano i mastelli sul cancello di casa per il mancato ritiro.

In particolare – continua – la plastica é in attesa del ritiro da giovedì scorso, il vetro da sabato, ieri non è stato ritirato l’organico e oggi la carta. Nel condominio di fianco a casa mia c’è un accumulo di plastica vergognoso, anche qua non ritirato da giovedì scorso.

Ho fatto innumerevoli segnalazioni a Teknoservice senza esito. Mi hanno risposto che non la ritireranno fino al prossimo passaggio per il ritiro dello specifico rifiuto. Quindi dovrei tenere i mastelli pieni a casa una settimana, sempre sperando che il prossimo ritiro venga fatto. É vergognoso, lo trovo indecoroso e poco salutare. La plastica è invasa dalle formiche e forse presto sarà invasa dai topi?

In più – aggiunge – mi spaventano le voci di aumento delle tariffe della Tari.

Finora, la dimenticanza del passaggio qualche volta è stata “salvata” con il ritiro il giorno successivo. Cosa che stavolta non sta accadendo, malgrado le molteplici segnalazioni via WhatsApp”.

Segui Imperiapost anche su: