Oltre il muro dei 45′ nei 400 metri: a tu per tu con Davide Re dopo la storica impresa. “Gioia immensa quando ho visto il tabellone”

Attualità Imperia

Dopo la Svizzera, l’imperiese Davide Re correrà a Monaco il 12 luglio.

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!

“È stata una gioia immensa”. Così il 26enne Davide Re, atleta imperiese, descrive l’emozione a fronte del risultato ottenuto a La Chaux de-Fonds il giugno scorso, dove ha battuto il record italiano scendendo sotto i 45 secondi nei 400 metri.

La prossima gara sarà il prossimo 12 luglio a Monaco per la Diamond League.

Davide Re, primo italiano ad aver superato il record dei 45 secondi sui 400 metri

Dopo la sua impresa in Svizzera, che ha fatto il giro d’Italia, e non solo, Davide Re ha raccontato a ImperiaPost le emozioni di quel giorno e i suoi obiettivi futuri.

Come è stata l’esperienza che hai vissuto in Svizzera?

“È stata una grandissima soddisfazione. Prima di iniziare la gara sentivo sensazioni contrastanti, alternando tanta energia a tanto timore, passavo dall’essere energico a sentire le gambe molli, non capivo bene come mi stessi sentendo.

Quando sono partito mi sentivo convinto di quello che stavo facendo e il mio obiettivo era raggiungere il colombiano davanti a me entro i 200 metri, ma solo ai 300 c’è stato il momento in cui eravamo alla pari.

Negli ultimi 10 metri io ho accusato un po’ il colpo e lui ha vinto di qualche centesimo”.

Come hai scoperto di aver superato il limite dei 45 secondi?

“Inizialmente, appena finita la gara, mi sono sentito un po’ stizzito pensando alla  sconfitta contro il colombiano, ma poi vedendo il tabellone, vedendo che il risultato era solo di qualche centesimo e che soprattutto avevo battuto il record italiano dei 45 secondi, la gioa mi ha pervaso tutto“.

Ora quali sono le tue prossime gare e i tuoi prossimi obiettivi?

“Il 12 luglio correrò alla Diamond League di Monaco. É una delle più importanti gare (se non la più importante) che ci sia, poiché è la gara che viene pagata di più attraverso il ranking, basato più sulla posizione che sul tempo. Questo vuol dire che non sono alla ricerca di un tempo ma di un buon piazzamento.”

Come ti senti in merito alla gara che dovrai affrontare?

“In realtà mi sento bene perchè ero già in preparazione. Con la mia manager, prima della gara in Svizzera, ho deciso di concentrarmi di più sulla gara che affronterò a Monte-Carlo a luglio che su quella appena trascorsa, infatti sono andato alla gara a La Chaux de-Fonds con la consapevolezza che la gara di Monaco fosse più importante, e nonostante questo ho ottenuto un eccellente risultato, perciò non posso che esserne contento e fiero“.

C’è qualcuno in particolare che vorresti ringraziare?

“È vero che è l’atleta che vince la gara, ma lui è solo una facciata, poiché dietro di lui ci sono tantissime persone che vanno ringraziate, dalla manager all’allenatore, alla famiglia agli amici e alla ragazza che mi sostengono sempre. Quindi voglio ringraziare tutti loro che ogni giorno sono sempre li a sostenermi”.

Davide Re batte il muro dei 45”: Ecco il video

 

 

 

 

 

Sostieni ImperiaPost con una piccola donazione

 

Aiutateci ad informarvi!