Da Shanghai a Imperia, i meravigliosi animali di Lei Yanyong colorano via San Giovanni. “Creati a mano con foglie di palma, un’arte imparata quando ero bambino” / Foto e video

Imperia Storie

Proveniente da Shanghai, il signor Yanyong da anni gira l’Italia e parte della Francia realizzando i suoi animaletti a mano, senza alcun tipo di colla, che lasciano incantati i passanti.

Draghi, gufi, cavalette, scorpioni. Tutto ciò si può trovare in una mattinata qualunque in via San Giovanni. Il protagonista di questa storia è Lei Yanyong, un artista di strada cinese che, grazie alla sua estrema pazienza e alla sua ingegnosa manualità, realizza, tramite l’intreccio di foglie di palma, animali e figure legate alla sua tradizione.

Draghi e gufi in via San Giovanni: la storia di Lei Yanyong

Proveniente da Shanghai, il signor Yanyong da anni gira l’Italia e parte della Francia realizzando i suoi animaletti a mano, senza alcun tipo di colla, che lasciano incantati i passanti.

Da tempo, il 64enne fa tappa anche a Imperia, specialmente nei giorni di mercato e, con umiltà ed eleganza, fa conoscere un po’ della sua cultura e della sua arte agli avventori.

Incuriositi dai colori e della maestria con cui nascono questi oggetti, due inviati di ImperiaPost si sono avvicinati per scoprire di più.

Lei Yanyong si racconta

“Con le palme creo cavallette, draghi, gufi, scorpioni, cavalli. Tutto a mano, senza colla e tutto a incastro. Sono tanti anni che lo faccio, direi 30 anni. Ho imparato da piccolo in Cina, sia in casa sia a scuola. 

Per i draghi ci metto circa 5 o 6 ore. Non è un lavoro facile, non mi fermo mai, anche quando piove o nevica.

Ho girato tutta l’Italia. Sono stato anche un po’ in Francia, a Nizza. Perché non sono rimasto in Cina? Ora tutta la mia famiglia è qui in Italia.

Il mio sogno? Ormai sono vecchio, penso solo a girare e a realizzare le mie creazioni”.

Lei Yanyong al lavoro

A cura di Alessandro Zerlini


Segui Imperiapost anche su: